Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Un evento di chiusura per coinvolgere la cittadinanza sulle tematiche del progetto “Urbanets”, finanziato nell’ambito del programma comunitario CBC Grecia–Italia 2007 -2013 e realizzato grazie alla cooperazione dei Comuni di Gallipoli, Brindisi ed Igoumenitsa (Grecia).  È quello che si terrà martedì 15 luglio 2014 a Gallipoli a partire dalle ore 09.30 presso la Biblioteca S. Angelo. In apertura i saluti del sindaco di Gallipoli Francesco Errico e dei sindaci delle Municipalità di Brindisi e Igoumenitsa.

L’incontro vedrà gli interventi dei Manager di Progetto e dei Responsabili tecnici di ogni Comune. Quindi, prima di lasciare spazio al dibattito, vi saranno gli interventi riferiti ai “Sistemi di monitoraggio del traffico e ambientale con restituzione all’utenza dei dati elaborati, mediante informazione con P(annelli a)M(essaggio)V(ariabile)” a cura delle società affidatarie della realizzazione delle infrastrutture in ognuno dei 3 Comuni. La chiusura dei lavori è prevista per le ore 17.30.

Urbanets è un progetto che mira a garantire agli enti promotori una nuova modalità attuativa circa gli strumenti di gestione urbana: quindi in primis traffico ma anche pianificazione del territorio, programmazione ambientale e gestione delle calamità. Obiettivo prioritario di progetto è il miglioramento della qualità della vita nelle municipalità coinvolte, con una maggiore razionalizzazione del traffico veicolare, attraverso l’analisi dei punti di forza e criticità (ad esempio, la mancanza di mezzi di trasporto alternativi propri delle grandi città, quali tram e metropolitana), al fine di garantire risposte a livello ambientale (inquinamento) e di rafforzare la cooperazione transfrontaliera.

Per approfondimenti sul progetto: www.urbanets.eu