Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Domani venerdì 21 (dalle 10.30) e sabato 22 (dalle 9.30) novembre negli spazi dell’Officina degli esordi (via Francesco Crispi 5, Bari): “Feeding Creativity”,  laboratorio conclusivo nell’ambito del progetto ICE, Innovation, Culture and Creativity for a new Economy, promosso dal Teatro Pubblico Pugliese ed organizzato da Proago.Dopo il workshop dedicato ai designer della provincia barese e quello dedicato agli artigiani salentini, ecco l’ultimo grande incontro che mette insieme le eccellenze creative del territorio nel tentativo di creare un brand Puglia che possa divenire riconoscibile in tutto il mondo.

 

Il progetto ICE punta ad elaborare e testare un modello di crescita e valorizzazione dell’intero sistema dell’industria creativa pugliese  e greca, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007 – 2013 nel quale sono partner l’Assessorato al Turismo della Regione Puglia (capofila del progetto), Teatro Pubblico Pugliese, Apulia Film Commission, Regione dell’Epiro, Regione delle Isole dello Ionio, Regione della Grecia Occidentale, Unione Regionale dei Comuni della Grecia Occidentale, Technological Educational Institute of Epirus e il Teatro Regionale di Corfù.

Venerdì 21 a partire dalle ore 11 la giornata di lavori apre con i saluti istituzionali dei partner (Servizio Turismo Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Distretto Puglia Creativa, Apulia Film Commission) e prosegue con una panoramica sul progetto I.C.E  e dei risultati raggiunti con Lino Manosperta (Teatro Pubblico Pugliese), Fabio Borghese (Creactivitas, Creative Economy Lab), Simone Bertolino (Consorzio Aaster) e Ettore Bambi (Proàgo. Nel foyer spazio alle testimonianze di esperienze locali di creatività e innovazione con le aziende che si presenteranno attraverso delle brevi clip video. Dalle ore 15 parte il primo laboratorio tecnico, in cui i partecipanti porteranno la loro esperienza e si lavorerà sulla possibile individuazione degli eventuali legami tra le esperienze e le finalità di progetto.

Nella sessione di venerdì pomeriggio partecipano: Margherita Pillan (vicepreside scuola del design del politecnico di Milano), Damiano Petruzzella (istituto agronomico mediterraneo Bari), Pino Riccardi (vicepresidente Camera di Commercio di Bari), Pete Kercher (EIDD - Design for All Europe), Rossana Carullo (coordinatore corso di laurea in disegno industriale del Politecnico di Bari), Francesco Palumbo (direttore area politiche per la promozione del territorio,i saperi e i talenti della Regione Puglia).

Sabato 22 i laboratori partono alle ore 9.30: uno dedicato al “Design attore” con Roberto Ricco (coordinatore regionale ricerca sulle industrie culturali e creative in Puglia), Claudio Calveri (co-founder creactivitas and content manager DeRev), Cesare Castelli e M. Cristina Hamel (MILANO MAKERS, Duilio Forte (Atelier Forte), Florinda Saieva (Farm cultural park), Pascale Debrock e Blandine Lebourg (Plaine images imaginarium); l’altro dedicato al “Design regista” con Simonetta Dellomonaco (Teatro Pubblico Pugliese), Fabio Borghese (founder and director Creactivitas), Elena Adinolfi (fondazione Orestiadi), Gianni Sportelli (Progetto Marche di Charme: turismo a cinque sensi), Serhan Ada (Santralinstanbul), Céline Savoye (Lille Design). Nel pomeriggio i lavori prevedono alle 15:00 una discussione aperta a partire dai contributi dei laboratori della mattina con Rossana Gaddi (scuola del design del Politecnico di Milano), Gianni Sportelli (Proàgo) e Antonio Rollo (Accademia di Belle Arti di Bari); alle 16 un confronto sui risultati dei panel-laboratori nel panorama pugliese con Mario Citelli (consulente innovazione C.C.I.A.A. Bari/Bat), Cosimo Lacirignola (segretario C.I.H.E.A.M. e direttore I.A.M. Bari), e Domenico Sturabotti (direttore di Symbola). Alle 17 le conclusioni sono affidate a Margherita Pillan, vicepreside scuola del design del Politecnico di Milano.