Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Riprendono con il nuovo anno gli incontri tecnici organizzati  nell’ambito del Progetto Biolmed e rivolti agli attori della filiera olivicola. Il terzo dei quattro incontri programmati è previsto per venerdì  21 gennaio 2011, a Cassano Murge, in provincia di Bari, presso la Masseria Amicizia (ore 16.00).


Inserito nella cornice del più ampio Programma di cooperazione territoriale transnazionale europea MED, il Progetto Biolmed è coordinato dall’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari – IAMB, capofila, affiancato da altri tre partner italiani: l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, il Consorzio Italiano per il Biologico- CiBi e l’Istituto di Certificazione Etica e Ambientale - ICEA. A questi si aggiungono, come partner esteri, la Spagna (SEAE e CAFAGE), la Grecia (TEI e DIO) e Malta.

Obiettivo generale del progetto è il miglioramento della competitività della coltivazione biologica dell’olivo, a partire dalla valorizzazione qualitativa delle filiere produttive che passa attraverso lo scambio e la condivisione di buone pratiche. Gli incontri tecnici nascono appunto come momenti di informazione e formazione per gli addetti ai lavori, sui temi della coltivazione biologica dell’olivo.

Punto d’arrivo del progetto è la creazione di un network transnazionale permanente dei circoli di qualità BIOL a sostegno delle imprese agricole, verso la realizzazione di un sistema di gestione integrato delle imprese stesse.

L’appuntamento di venerdì a Cassano sarà introdotto da Fausto Savoia, referente di progetto per l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, Teodoro Miano, docente presso la Facoltà di Agraria di Bari e coordinatore del progetto e Gaetano Paparella, presidente dell’Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale – ICEA.

Seguiranno gli interventi degli esperti sulle questioni legate alla produzione biologica in olivicoltura, a partire dalla concimazione e difesa (Antonio Guario – Ufficio Osservatorio Fitosanitario – Regione Puglia), alla trasformazione olivicola (Antonia Tamborrino – Università degli Studi di Bari), al compostaggio aziendale (Vincenzo Verrastro - Istituto Agronomico Mediterraneo) fino all’etichettatura, caratterizzazione e valorizzazione degli oli (Maria Ciaula –IAMB), in particolare in riferimento al Programma BIOL (Anna Neglia – Giuria Premio Biol).

Un rinfresco in tema, con degustazione di prodotti biologici e di oli concluderà la serata.

Per informazioni sul Progetto Biolmed, consultare la scheda a cura della Redazione Europuglia e il sito di riferimento.
 

 

Redazione Europuglia