Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si svolge a Lecce, lunedì 14 febbraio 2011, l’ultimo dei quattro incontri tecnici programmati nell’ambito del Progetto Biolmed, nato con l’obiettivo di migliorare la competitività della coltivazione biologica dell’olivo. L’appuntamento è presso l’Ufficio provinciale dell’Agricoltura (via A. Moro – ore 16.00) e l’invito è rivolto a tutti gli attori della filiera olivicola.


Il Progetto, che è parte integrante del Programma di cooperazione territoriale transnazionale europea MED, ha come capofila l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari – IAMB, ente coordinatore, affiancato da altri tre partner italiani: l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia, il Consorzio Italiano per il Biologico- CiBi e l’Istituto di Certificazione Etica e Ambientale - ICEA. Partecipano come partner esteri anche la Spagna (SEAE e CAFAGE), la Grecia (TEI e DIO) e Malta.

Tra le principali azioni previste dal progetto: lo scambio di know how e di buone prassi in tema di produzione biologica, attraverso strumenti ad hoc come gli incontri tecnici o gli sportelli informativi; il consolidamento e la diffusione del Premio Biol; l’analisi e lo sviluppo delle innovazioni tecnologiche; la realizzazione di manuali e la loro applicazione in campi sperimentali; l’accompagnamento all’organizzazione di gruppi d’acquisto e farmer market. L’obiettivo generale resta sempre quello della valorizzazione qualitativa della filiera produttiva biologica dell’olivo.

Con l’appuntamento di Lecce si chiude il ciclo degli incontri tecnici, momenti di scambio e di formazione mirata su tematiche di grande interesse per gli addetti ai lavori, che da ottobre a gennaio hanno coinvolto le province di Bari, Brindisi e BAT. A trarre le prime conclusioni sul lavoro svolto sinora ci sarà a Lecce l’Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Dario Stefàno. Introdurranno i lavori Fausto Savoia, referente di progetto per l’Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia e Teodoro Miano, docente presso la Facoltà di Agraria di Bari e coordinatore del progetto. A seguire, gli interventi tecnici, affidati ad esperti delle diverse tematiche legate alla produzione biologica in olivicoltura: dall’organizzazione economica nel settore olivicolo (G. M. Ferro – Direttore Area Politiche per lo Sviluppo rurale); alla caratterizzazione e valorizzazione degli oli nell’ambito del Programma Biol (G. Paparella e A. Neglia – Presidente ICEA e Giuria Premio Biol); alle tecniche di difesa nella produzione biologica (A. Guario  – Ufficio Osservatorio Fitosanitario – Regione Puglia); fino all’uso a fini energetici dei sottoprodotti agricoli (A. Ficarella – Università di Lecce) e all’etichettatura, caratterizzazione e valorizzazione degli oli (Maria Ciaula –IAMB). Concluderà la serata il rinfresco in tema, con degustazione di prodotti e di oli biologici.

Per informazioni sul Progetto Biolmed, consultare la scheda a cura della Redazione Europuglia e il sito di riferimento Biolmednet.eu.

In allegato: icon Biolmed locandina14febbraio2011.

 

 

Redazione Europuglia