Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Treno Verde, frutto della storica campagna di Legambiente e Ferrovie dello Stato, ha attraversato a marzo tutte e quattro le regioni del Poi Energia. Il convoglio ambientalista da 20 anni in primavera attraversa l'Italia per sensibilizzare i cittadini, sulle nuove possibilità di risparmio energetico e l'utilizzo delle fonti rinnovabili, grazie ad una mostra interattiva, incontri e convegni. 


Partito da Siracusa, ha fatto poi tappa a Reggio Calabria, Bari e Salerno, monitorando tra l'altro lo stato d'inquinamento atmosferico e acustico, grazie ai rilevamenti del laboratorio mobile dell'Istituto sperimentale di Rete ferroviaria italiana. In ogni tappa del Treno Verde i sindaci hanno siglato un patto per l'ambiente, uno sforzo, cioè, che metta in campo tutte le azioni possibili per contrastare l'inquinamento atmosferico, lo spreco di energia, l'impatto dei rifiuti sul territorio.

Puglia, Calabria, Campania e Sicilia usufruendo del Poi Energia 2007-2013 puntano ad aumentare la quota di energia consumata proveniente da fonti rinnovabili e migliorare l'efficienza energetica.

 

 

Fonte: ANSA