Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L'Europa prosegue nella politica di sviluppo per le energie verdi e dell'efficienza energetica: entro la fine dell'anno sarà resa nota la road map per il 2050. A sostegno di questo cammino, il Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili 2007-2013 cerca, con una dotazione complessiva di circa 1.6 miliardi di euro, di portare le regioni del Sud Italia (Puglia, Calabria, Campania e Sicilia) all'avanguardia proprio nel settore della produzione di energia pulita e dell'efficientamento energetico.


Un'opportunità potrebbe fornire un importante volano allo sviluppo non solo stostenibile ma economico a tutto il Mezzogiorno. Intanto, la commissaria Ue per il clima, Connie Hedegaard, guarda allo studio dell'Ipcc (Intergovernamental panel on climate change) come valido aiuto alla Commissione europea nello sviluppo delle rinnovabili.

Quasi l'80% delle forniture di energia del mondo - stando al rapporto Ipcc - potrebbe essere coperta da fonti rinnovabili entro la metà del secolo, se sostenute giustamente da politiche pubbliche. Gli studi dei ricercatori dell'Ipcc sottolineano anche la crescente penetrazione delle energie rinnovabili che potrebbe portare a riduzioni di gas serra cumulativo pari a 220-560 miliardi di tonnellate di CO2 tra il 2010 e il 2050.

Presentando il rapporto speciale sulle Fonti di energia rinnovabile elaborato dall'Ipcc il presidente della commissione Europea, Josè Manuel Barroso, ha spiegato che «le rinnovabili nel prossimo decennio si dovranno trasformare da fonti energetiche alternative a fonti primarie».

Approfondimenti: sito web POI Energia e scheda sintetica del Programma a cura della Redazione Europuglia.

 

 

Fonte: IlSoleaTrecentosessanteGradi.it