Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

All'inizio dell'estate la situazione degli impianti fotovoltaici connessi in rete vedeva la Puglia prima, avendo in esercizio 14.589 impianti per una potenza pari a 1.077.158 kW, mentre nelle altre 3 regioni del Poi Energia la situazione vedeva la Campania con 6.270 impianti (168.230 kW), la Calabria con 5.520 (111.322 kW) e la Sicilia con 12.695 (384.669 kW).


Prosegue la crescita nel fotovoltaico nelle quattro regioni del Programma Operativo Interregionale Energie Rinnovabili 2007-2013 che cerca, con una dotazione complessiva di circa 1.6 miliardi di euro, di portare le regioni dell'obiettivo 'convergenza' all'avanguardia nel settore della produzione di energia pulita.

Ad agosto in Sicilia è entrato in esercizio un nuovo campo fotovoltaico di Enel Green Power: l'impianto di Adrano, in provincia di Catania, ha una capacità installata di 9 MW e sorge nello storico sito dove nel 1981 Enel realizzò la prima centrale solare a concentrazione del mondo. La società delle rinnovabili è attiva anche in Calabria dove è stato collegato alla rete l'impianto di Serragiumenta, in provincia di Cosenza, da 5 MW, il primo realizzato dalla joint venture paritetica con Sharp, Esse; in Puglia con l'impianto di Taranto, da oltre 3 MW sulle coperture di fabbricati industriali del gruppo Marcegaglia. Inoltre in Campania Enel Green Power ha aperto i cantieri per il raddoppio di Serre Persano, in provincia di Salerno, portando la capacità installata a 6,6 MW dagli attuali 3,3 MW, e sta completando l'impianto sui tetti di CIS - Interporto Campano, a Nola (Napoli) che, con i suoi 25 MW di capacità installata, sarà il più grande impianto fotovoltaico in Europa con tecnologia a film sottile.

Il settore del fotovoltaico attrae investimenti esteri diretti (Fdi) cresciuti del 25 per cento rispetto al 2010, con numerose multinazionali europee e americane che stanno investendo nel mercato italiano delle rinnovabili. Nei primi 7 mesi del 2011 sono almeno 27 le multinazionali straniere che - spiega uno studio dell'area research di Banca Monte dei Paschi di Siena - hanno dichiarato di voler investire ex novo o di espandersi in Italia, mobilizzando capitali per circa 1,2 miliardi di euro nei prossimi 4 anni.

Un consorzio di banche tedesche costituito da Deutsche Bank, Helaba Landesbank Hessen-Thueringen e KfW IPEX-Bank ha intanto erogato un credito di 110 milioni di euro per il finanziamento di cinque impianti fotovoltaici per complessivi 30,4 megawatt in Italia. Due impianti, rispettivamente a Piazza Armerina (3.5 MW) e a Troina (5,2 MW), sono stati realizzati al centro della Sicilia.

 

 

Fonte: ANSA