Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Scenari euromediterranei

L’Istituto Italiano di Cultura di Tirana ospita “Grand Tour Italia”, una mostra di Franco Fontana organizzata in collaborazione con il Centro di ricerca e archiviazione della fotografia del Friuli Venezia Giulia (CRAF), il Museo Storico Nazionale e il Ministero della Cultura albanese. Dopo la presentazione a Spalato, Fiume, Zagabria, Belgrado, Cetinje e in Italia, a Lignano Sabbiadoro, le opere di Fontana arrivano a Tirana dove resteranno in esposizione fino al 5 novembre 2017.

Nel 2016 sono partiti per andare all’estero 124mila italiani. È quanto emerge dal Rapporto Italiani nel Mondo 2017 di Migrantes, la Fondazione della Conferenza episcopale italiana. Continua, dunque, la ricerca di lavoro degli italiani all'estero, in aumento del 15,4% rispetto al 2015; aumentano soprattutto i giovani: oltre il 39% di chi ha lasciato l'Italia nell'ultimo anno ha tra i 18 e i 34 anni (+23,3%). Il 9,7% ha tra 50 e 64 anni e sono i "disoccupati senza speranza" rimasti senza lavoro. Dal 2006 la mobilità italiana è aumentata del 60,1%. Dal Rapporto 2017, Europa e America centrale risultano le destinazioni preferite.

Annunciati i finalisti per l'edizione 2017 dei Premi RegioStars, la competizione annuale che assegna un riconoscimento ai progetti regionali finanziati dai Fondi per la politica di coesione dell'UE maggiormente ispiratori e innovatori in Europa. I vincitori sono stati proclamati a Bruxelles nel corso della cerimonia di premiazione RegioStars.

È stato costituito con delibera di giunta regionale il Gruppo lavoro per la Zona Economica Speciale (ZES) dell'area Adriatica con la partecipazione di esperti di variegata e rinomata provenienza e formazione, anche con riferimento alle relative aree di sviluppo industriale. Lo rende noto l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Mazzarano, che ha convocato il tavolo di lavoro per il prossimo 19 ottobre presso la sede dell'Assessorato allo Sviluppo Economico.

Nell’ambito della Settimana della Sociologia, organizzata in tutta Italia dai Dipartimenti di area sociologica insieme alle Associazioni Scientifiche dei Sociologi, la Società Italiana di Sociologia Economica (SISEC) e il Dipartimento di Scienze Politiche - Università di Bari, appuntamento giovedì 19 ottobre 2017 (h. 14.30, Taranto, Polivalente Tamburi, via Lisippo 8) per il dibattito su “Industria, Ambiente e Sviluppo a Taranto”.