Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

sviluppoSono aperte le iscrizioni alla scuola residenziale per amministratori e funzionari degli Enti locali ed operatori del Terzo Settore, per una 4 giorni dal titolo “Lo Sviluppo Umano nella cooperazione tra territori. Teoria, pratiche, orientamenti progettuali e programmatici”. Appuntamento a Firenze, dal 30 novembre al 3 dicembre 2010.


La Scuola, organizzata nell'ambito del “Progetto UmanamENTE. Politiche per uno sviluppo umano sostenibile”, è parte del progetto "Increasing the capacities of local administrators and officials in defining policies consistent with the Sustainable Human Development approach", realizzato con il contributo finanziario della Commissione europea, Ufficio di cooperazione EuropeAid e della Regione Toscana (L. r. 22 maggio 2009 n. 26).

Come articolare una cooperazione decentrata che sia in grado di generare e sostenere processi di lotta alla povertà e di sviluppo coerenti con l’approccio allo sviluppo umano sostenibile adottato dal Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP)? È questa la domanda a cui risponde la seconda edizione della Scuola residenziale UmanamENTE. La Scuola ha un forte carattere interattivo che cerca di incrociare l’analisi delle pratiche con la riflessione teorica e viceversa: da un’introduzione sui criteri ed i principi della cooperazione decentrata e dello sviluppo umano si passerà ad analizzare in maniera critica due pratiche dalle quali sarà possibile distillare indicazioni per riconsiderare l’approccio della cooperazione decentrata allo sviluppo.

Seguirà un approfondimento sulla progettazione al fine di individuare possibili elementi distintivi di interventi di cooperazione coerenti con lo sviluppo umano. Infine, si discuterà ad un livello programmatico, confrontandosi con le nuove Linee guida sulla lotta alla povertà adottate dal MAE, che inquadrano il possibile apporto della cooperazione decentrata. Il percorso si concluderà con un momento di restituzione pubblica in cui saranno riportate le riflessioni emerse durante la formazione all'interno di un dibattito politico più ampio, al fine di contribuire a innovare e riaffermare il ruolo positivo ed efficace della cooperazione internazionale.

La Scuola si rivolge ad amministratori e funzionari degli Enti locali e ad operatori del Terzo Settore con esperienza nell’ambito della cooperazione internazionale. La Scuola ha un carattere residenziale ed è richiesta la frequenza a tutte le giornate di lavoro (presso il Convitto della Calza, Oltrarno Meeting Center - Piazza della Calza, 6). I costi di vitto ed alloggio sono interamente a carico del Progetto. È prevista una quota di iscrizione di €100 da versare al momento della conferma di iscrizione.

I partecipanti saranno selezionati sulla base del curriculum e dell’esperienza nell’ambito della cooperazione. Per ulteriori informazioni e per scaricare il programma e la scheda di iscrizione, da inviare alla segreteria organizzativa entro il 3 novembre 2010, consultare il sito web della Scuola residenziale UmanamENTE.

 

 

Fonte: Osservatorio Interregionale sulla cooperazione allo Sviluppo