Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dall'8 al 14 novembre 2010 si svolgerà la quinta edizione della “Settimana UNESCO di Educazione allo Sviluppo Sostenibile” il cui tema scelto sarà la Mobilità. La manifestazione, sotto l'egida ed il coordinamento della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO, vuole principalmente promuovere nuovi modi di interpretare e vivere gli spazi collettivi che riescano a soddisfare le esigenze di mobilità delle società contemporanee senza compromettere la qualità della vita, la salute e le risorse vitali per l'umanità.


Tutte le istituzioni, le organizzazioni, gli enti, i centri, le scuole, le ONG, le università, le imprese impegnate nell'educazione allo sviluppo sostenibile sono invitate a promuovere, possibilmente in sinergia, iniziative educative e di sensibilizzazione per animare, sempre più numerose, questo appuntamento ormai consolidato.

Le iniziative proposte potranno affrontare uno o più dei seguenti aspetti:
- promozione di forme di mobilità alternativa: aree ciclabili, promozione dell'uso della bicicletta, bike-sharing, aree pedonali, scuolabus a piedi etc;
- riduzione della congestione: pedaggi urbani, limitazioni della circolazione, tariffazioni, car sharing, car pooling, piani aziendali di spostamento casa/lavoro, tecnologie per la gestione dei flussi veicolari, trasporto inter-modale etc;
- promozione e potenziamento del trasporto pubblico/collettivo pulito, ivi incluso quello ferroviario e marittimo,
- veicoli ecologici, nuove tecnologie e fonti energetiche alternative;
- salute e sicurezza: rapporto tra traffico, inquinamento e salute, percorsi sicuri casa-scuola e casalavoro, riduzione dell'incidentalità, benefici salutari del trasporto non motorizzato, protezione dall'inquinamento delle aree pedonali e ciclabili etc;
- pianificazione urbana/territoriale integrata e governance partecipata;
- gestione e razionalizzazione dei flussi turistici nei centri storici e in aree ad elevato ecologico e/o culturale; eco-turismo; escursionismo urbano;
- sistemi di telelavoro;
- consumi e alimentazione a "chilometri 0";
- cambiamenti climatici e riduzione CO2.

Approfondimenti: “Settimana Unesco di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2010: la mobilità”.

 

 

Fonte: UNESCO