Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È l'ultimo piano europeo per la sicurezza del Mar Mediterraneo: si chiama “Secur Med Plus”, è cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e ha come soggetto capofila la Regione Liguria. Il progetto, incentrato sui temi della sicurezza marittima e della tutela ambientale, ha come scopo di dare corpo ad azioni strategiche comuni finalizzate al rafforzamento della sicurezza nei cluster marittimi del Mediterraneo.


L'obiettivo generale è di migliorare la prevenzione dei rischi ambientali e sociali relativi al trasporto marittimo e alle fase di movimentazione e di handling delle merci che arrivano nei porti commerciali del Mediterraneo. Il piano strategico d'azione promosso da Secur Med Plus prevede una serie di incontri fra i partner italiani e stranieri sulla sicurezza della navigazione e la tutela del mare, messe a dura prova dal crescente traffico navale e dalle condizioni di rischio, dovute al trasporto di merci pericolose e inquinanti.

L'obiettivo a lungo termine di Secur Med Plus è quello di coordinare i sistemi di sicurezza dei Paesi del Mediterraneo, allineandoli a quelli maggiormente sviluppati come quello italiano. Altro punto è il completamento delle informazioni con alcuni temi non ancora presente nel confronto tra gli enti. Un tema nuovo individuato è il ciclo dello smaltimento dei rifiuti solidi prodotti dalle navi durante la navigazione. Proprio durante un incontro presso la Regione Liguria si è parlato del "marchio di responsabilità sociale" di cui potranno fregiarsi le imprese portuali più virtuose nell'attenzione alla persona, alla collettività e all'ambiente. Imprese che potranno costituire un club ad hoc per migliorare la collaborazione tra gli stati partner Spagna, Francia, Slovenia, Grecia e le regioni italiane interessate. Il progetto Secur Med Plus viene attuato con il supporto tecnico della Direzione Marittima della Liguria.

 

 

Fonte: Il Mediterraneo