Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È stata accolta con favore l'adozione del Bruges Communiqué, un pacchetto di obiettivi e azioni volti ad aumentare la qualità della formazione professionale in Europa rendendola più accessibile e rispondente alle esigenze del mercato del lavoro. Il testo è stato discusso nel corso di un incontro tra i Ministri dell'Istruzione dei 33 paesi europei (UE-27, Croazia, ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Turchia), insieme a rappresentanti dei datori di lavoro, sindacati e Commissione europea.


Oltre a confermare gli obiettivi condivisi per istruzione e formazione professionale per il prossimo decennio, nel corso dell'incontro tenutosi a Bruges (in Belgio), si è definito un piano d'azione per i prossimi quattro anni. Il comunicato di Bruges è l'ultima revisione del processo di Copenaghen per la cooperazione europea in materia di istruzione e formazione professionale. La formazione professionale deve consentire agli individui l'acquisizione di conoscenze, competenze ed esperienza necessarie per entrare con successo nel mercato del lavoro.

Attualmente in Europa circa la metà degli studenti in istruzione secondaria superiore scelgono programmi di formazione professionale, pur registrandosi significative differenze tra paesi. Le misure concordate a Bruges mirano a garantire un'offerta di corsi di alta qualità in modo che la formazione professionale possa essere riconosciuta da studenti, imprenditori e politici come un'opzione efficace per rafforzare le prospettive di istruzione e di carriera.

Nel corso della riunione è stata inoltre presentata l'ultima relazione del Cedefop “A bridge to the future: European policy for vocational education and training 2002-10” (Un ponte verso il futuro: le politiche europee in materia di istruzione e formazione professionale 2002-10) che esamina i progressi compiuti negli ultimi otto anni di cooperazione europea in tema di politiche per l'istruzione e la formazione professionale e indica nuove prospettive nell'ambito della strategia Europa 2020.

In allegato: il pacchetto di obiettivi e azioni Bruges Communiqué.

 

 

Fonte: PORE