Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

I leader dell’Unione europea hanno concesso al Montenegro lo status di Paese candidato a entrare nell'Unione Europea, cui aspirava dal 2008. Il passo successivo è quello di fissare una data per l'apertura formale dei negoziati. Recentemente, l'UE ha concesso lo stesso status a Croazia, Islanda, Turchia e Macedonia. La Macedonia, Paese candidato dal 2005, è ancora in attesa dell’apertura dei negoziati di adesione.


Durante la conferenza stampa finale del vertice, il presidente dell'Unione europea, Herman Van Rompuy, ha ricordato che i Paesi dei Balcani occidentali hanno grande determinazione a entrare nell'Unione europea. Il Presidente della Commissione, José Manuel Barroso, ha parlato di un "forte segnale del nostro impegno per il futuro dei Balcani".

A Podgorica, capitale del Montenegro, il portavoce del Parlamento, Ranko Krivokapic, ha accolto favorevolmente la decisione dell’Ue. "Questa è una grande ricompensa, e noi ora abbiamo un obbligo di civiltà ancora maggiore. Il Montenegro ora avrà legami più stretti con le istituzioni dell'Unione europea" , ha detto il Ministro montenegrino responsabile per l'Integrazione europea Gordana Djurovic. Il Montenegro, indipendente dal 2006, spera anche di entrare nella NATO.

 

 

Fonte: IlMediterraneo