Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Tappa al Parlamento europeo per ItaliaCamp, prima rete operativa per il ''progresso dell'Italia'', creata da un gruppo di giovani under 35, con lo scopo di raccogliere e realizzare idee innovative. Oltre 400 partecipanti hanno animato la discussione a Bruxelles su una cinquantina di proposte presentate per il concorso ''La tua idea per il Paese''.


Sarà un comitato scientifico ad individuare le migliori idee della tappa europea che concorreranno alla selezione nazionale, con i progetti già presentati nei precedenti appuntamenti di Roma e Lecce e quelli dell'ultimo appuntamento di Milano, il prossimo 9 aprile: a maggio saranno infine scelte le migliori dieci idee.

''ItaliaCamp rappresenta una iniziativa che con idee e progetti innovativi invita a concentrarsi sul 'che fare' – ha spiegato Pier Luigi Celli, presidente dell'associazione ItaliaCamp - e varcare i confini nazionali vuol dire provare a restituire orgoglio e reputazione a una patria poco prodiga. ItaliaCamp vuole credere che sia possibile ridare dignità all'iniziativa individuale, alla condivisione e ai disegni collettivamente rilevanti per tornare ad essere interlocutori credibili non solo come singole persone ma come Paese''.

Lo strumento adottato è quello del 'BarCamp', non una conferenza tradizionale ma un momento di confronto orizzontale aperto a tutti: ogni partecipante ha avuto a disposizione un tempo limitato per esporre la propria iniziativa e per rispondere alle domande della platea. ''La formula BarCamp ha tre obiettivi principali – ha sottolineato Gianni Pittella, vicepresidente del Parlamento europeo - allargare lo spazio democratico, in cui i protagonisti sono i cittadini, i loro progetti e le loro proposte, rilanciare la politica e ridare un'anima al progetto europeo. L'auspicio e' che ItaliaCamp possa organizzare annualmente un evento dedicato allo stato di salute, di verifica e di prospettiva dei rapporti tra Italia e Europa''.

E' stato infine Fabrizio Sammarco, vicepresidente esecutivo di ItaliaCamp, a sintetizzare i risultati concreti della tappa di Bruxelles: ''Saremo i portavoce del comune pensare raccolto in questa prestigiosa sede istituzionale e riporteremo in Italia le idee emerse nelle cinque aule di discussione per poi consegnarle ai comitati strategici che valuteranno le Migliori''.

 

 

Fonte: ANSA