Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Bosnia Erzegovina avrà presto il suo primo impianto eolico. I lavori per la realizzazione di un grande investimento energetico per il piccolo paese balcanico cominceranno la prossima primavera. Il parco “Mesihovina”, scrive l'Ice (Istituto Nazionale per il commercio estero) di Sarajevo, sorgerà nella città di Tomislavgrad, e avrà 22 turbine a vento con potenza installata di 2-3 MW, per una potenza complessiva compresa tra i 44 e 66 MW. La produzione annua si aggirerà tra i 128 e i 146 GWh.

Il valore dell'intero progetto è di 78 milioni di euro e i fondi saranno assicurati attraverso l'accordo di prestito tra la Banca di Sviluppo tedesca KfW, la Federazione della Bosnia Erzegovina e la Elektroprivreda di Mostar. Il parco dovrebbe essere realizzato entro i prossimi 3 anni e i primi kWh di energia eolica sono attesi per il 2013.

Si tratterà di una svolta energetica interessante per la Bosnia, paese la cui economia risente ancora in negativo dei postumi della disgregazione balcanica avvenuta negli anni ’90. Di fatto un investimento in energia pulita e rinnovabile rappresenta comunque una prerogativa importante per aspirare all’indipendenza da fonti onerose e inquinanti quali il petrolio.

 

 

Fonte: Il Mediterraneo