Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dare al mondo un’immagine aggiornata dell’Italia che coniughi i fasti del passato - la ricchezza della nostra storia e cultura - con il presente ed il futuro di un Paese all’avanguardia nella ricerca, nell’innovazione e nella creatività. Così il Ministero degli Affari Esteri contribuisce alle celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia.


Fitto il programma di eventi ospitati dalla rete diplomatico-consolare, che è stato presentato alla Farnesina alla presenza dei ministri degli Esteri, dei Beni Culturali e della Gioventù Franco Frattini, Giancarlo Galan e Giorgia Meloni. “Impresa, arte e cultura sono strumenti di politica estera dell’Italia”, ha affermato Frattini, sottolineando che il 150esimo anniversario può rappresentare un’occasione “straordinaria” per “valorizzare il meglio dell’identità italiana e delle sue eccellenze”. Una “scuola italiana” che primeggia in vari campi a cavallo tra passato e futuro: “dal restauro al design, dalla letteratura alla robotica, dall’editoria di pregia alla nanotecnologia”, ha detto Frattini.

Il lavoro svolto finora è stato “straordinario” anche “nonostante la penuria di risorse delle nostre ambasciate”, ha riconosciuto Galan, puntualizzando tuttavia che il nostro immenso patrimonio di cultura e risorse deve essere “sfruttato ancora di più di quanto non sia stato fatto finora”.

Meloni ha spiegato che queste celebrazioni servono a "guardare avanti e non solo alle nostre spalle” e bisogna rivolgersi ai nostri giovani, che sono in grado di fare “cose importanti”, come hanno dimostrato tantissimi protagonisti del Risorgimento che avevano meno di 20 anni, ha ricordato il ministro della Gioventù.

Il programma delle celebrazioni mostrerà al mondo il nostro straordinario patrimonio artistico, ma non mancheranno iniziative rivolte al futuro. Nell'occasione alla Farnesina è stato proiettato un video realizzato da Alberto Angela che racconta un ricco spaccato delle eccellenze italiane nel campo della ricerca, dell’impresa e della sanità. In più, è stato mostrato un robot realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova con studiosi di tutto il mondo. Il piccolo 'I-cab' si muove come un bambino ed ha, come i bambini, la capacità di apprendere.

Scarica il programma degli eventi.

 

Fonte: Ministero Affari Esteri