Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sempre più radicata la presenza italiana in Serbia. Nei giorni scorsi l’Ambasciatore Varricchio ha partecipato assieme al Presidente serbo Tadic all'apertura della fiera Automotive di Kragujevac, sede degli impianti di Fiat Auto Serbia (FAS) e ormai consolidato punto di riferimento per la presenza italiana in questo Paese.


Tadic ha a più riprese evidenziato il valore non solo commerciale ma anche strategico per lo sviluppo socio-economico ed industriale serbo della collaborazione con FIAT, ricordando la tempistica annunciata dal gruppo torinese che prevede entro la fine dell'anno i primi esemplari del nuovo modello di monovolume compatta costruito a Kragujevac.

E per rafforzare ulteriormente la presenza italiana a Kragujevac, SIMEST, FINEST e l'agenzia serba per la promozione degli investimenti e dell'export SIEPA hanno firmato un protocollo d'intesa destinato all'apertura di uno sportello rivolto alle aziende italiane nella cittadina della Sumadija. Lo sportello potrà fornire informazioni sugli strumenti a sostegno degli investimenti offerti dalle tre agenzie specializzate, oltre che sul quadro di riferimento complessivo per i nostri operatori in Serbia, in raccordo per parte italiana con Ambasciata, ICE e Camera di Commercio Italo-Serba.

Approfondimenti: Italia-Serbia – rapporto congiunto MAE-ICE.

 

 

Fonte: Ministero Affari Esteri