Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Le donne africane nel loro insieme candidate al premio Nobel della Pace 2011. La campagna sarà presentata nel corso di una conferenza internazionale in programma oggi alla Farnesina. La campagna, denominata NOPPAW (Nobel Peace Prize for African Women), è portata avanti dalla Ong CIPSI con l’impegno in prima persona del Ministro Frattini, che ha firmato una lettera di proposta di candidatura ufficiale per il Comitato del Nobel ed ha sensibilizzato tutta la rete diplomatica sulla valenza della campagna.


A CIPSI è stato concesso inoltre un contributo di 370mila euro per la realizzazione di un progetto di informazione ed educazione allo sviluppo.
Durante la conferenza, verrà presentato lo stato dell’arte della campagna e il dossier di candidatura depositato ufficialmente ad Oslo il primo febbraio scorso. Le donne africane presenti porteranno le loro testimonianze e racconteranno la loro storia di vita.

Tra le ospiti africane, saranno presenti la promotrice del NOPPAW, Hélène Yinda, teologa del Camerun; la rappresentante del Ministero alle pari opportunità del Senegal Nafissatou Ndiaye; Amany Asfour, presidente del Business and Professional Women EGYPT e direttrice dell’ECOSOCC per la sezione Risorse Umane, Scienze e Tecnologia; o Suzanne Ware, Presidente PAG LA YIRI - "Donna fondamento della società"; la scrittrice del Mali Fatumata Kane; la presidente della rete di associazioni femminili FEM.NET Sylvie Jacqueline Ndogmo; Bernadette Muongo coordinatrice del Programma di aiuto delle donne vittime dei conflitti in RDC; Fatima Mohamed Lmeldeen insegnante nel west Darfur e Fatma Fall, comitato scientifico della Campagna Noppaw in Senegal.

La conferenza sarà preceduta da una performance della cantante Amii Stewart che canterà l’inno della manifestazione. 

 

 

Fonte: Ministero Affari Esteri