Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Una giuria italiana composta da esperti del settore ha scelto i quattro finalisti italiani che concorreranno all'assegnazione del Premio europeo per il giornalismo 2011, ormai giunto alla sua quarta edizione. I lavori dei finalisti italiani e quelli selezionati negli altri paesi membri, passeranno ora al vaglio di una giuria composta da deputati europei e giornalisti accreditati a Bruxelles che selezionerà, per ogni settore, un vincitore europeo.


La premiazione finale dei quattro vincitori europei, ognuno dei quali riceverà un premio di 5.000 euro, si terrà a Bruxelles ad ottobre. Le candidature dovevano essere inviate entro il 31 marzo 2011 e dovevano presentare lavori pubblicati tra il 1° aprile 2010 e il 31 marzo 2011.

Per la stampa scritta la giuria ha designato vincitore nazionale: Alessandro Oppes per un articolo dal titolo "Serbia, business e orgoglio oltre i fantasmi del Passato" pubblicato su "il fatto quotidiano" del 25/07/2010 . Un esempio concreto della complessa strada che i paesi che aspirano a far parte dell'Unione europea devono percorrere per soddisfare i requisiti necessari.

Per la sezione Web, Massimiliano Nespola è stato selezionato per l'articolo: "Non si sa quando ma la Costituzione europea arriverà", pubblicato sul suo blog 21/01/2011. Una visione concreta delle istituzioni europee in continua evoluzione e con una crescente volontà di essere a disposizione del cittadino.

Per la categoria Radio, Fausta Speranza è stata scelta per la trasmissione sulla celebrazione della giornata internazionale della donna andata in onda il 12/03/2011 su Radio Vaticana, che descrive il lungo cammino che ancora deve essere percorso per sconfiggere disuguaglianze, violenze e sopraffazioni.

Per i servizi televisivi Alessio Molla è stato selezionato per il servizio di approfondimento "Pavia chiama ..... l'Europa risponde", andato in onda il 13/02/2011 che illustra un viaggio attraverso le diverse istituzioni europee, con un linguaggio televisivo incalzante e giovane.

 

 

Fonte:PORE