Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Commissione europea ha annunciato l'intenzione di proporre aiuti finanziari per venire incontro ai produttori europei di frutta e verdura, che hanno visto crollare le vendite a causa dell'epidemia scatenata dal batterio killer. L'argomento è stato al centro dell'incontro che si è svolto nei giorni scorsi: una riunione straordinaria dei ministri dell'Agricoltura in Lussemburgo in cui la Commissione Ue ha proposto di sbloccare aiuti in favore dei produttori di legumi e frutta della Ue, colpiti dagli allarmi legati alla diffusione dell'epidemia provocata dal batterio killer.


"Proporremo una cifra di 150 milioni' di aiuti finanziari per coprire le perdite degli agricoltori le cui vendite sono calate in seguito all'epidemia", ha dichiarato il commissario all'Agricoltura, Dacian Ciolos. La cifra esatta, in ogni caso, dipenderà dalle stime sulle perdite che saranno effettuate dai singoli paesi. Per calcolare l'ammontare degli indennizzi, ha precisato Ciolos, "prenderemo il periodo dalla fine di maggio, che segna l'inizio della crisi, alla fine di giugno".

 

Fonte: SistemaPuglia