Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi ha incontrato presso il Ministero italiano Spiro Ksera, Ministro del Lavoro, degli Affari Sociali e delle Pari Opportunità della Repubblica di Albania. Firmato un Accordo in materia di migrazione per motivi di lavoro che rafforza e sviluppa l’intesa bilaterale sottoscritta nel 2008, introducendo innovazioni significative.


Obiettivo: da un lato dare una risposta al forte impatto economico e sociale dell'emigrazione albanese, attraverso meccanismi di "migrazione circolare", e dall'altro indirizzare il fenomeno migratorio con programmi di formazione linguistica e qualificazione professionale e con meccanismi di selezione della manodopera moldava che desidera emigrare. Con l'Accordo sottoscritto si ribadisce l'importanza della predisposizione, da parte delle autorità albanesi, di liste di cittadini interessati a lavorare in Italia, sulla base dei fabbisogni espressi dal mercato del lavoro italiano e dei criteri indicati dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

La predisposizione di liste di candidati all'emigrazione, sulla base di criteri condivisi, rappresenta, nell'ambito delle modalità di incontro tra domanda e offerta di manodopera straniera, un importante strumento che consente di riconoscere alle autorità albanesi un ruolo significativo nella definizione dell'offerta di lavoro e nella gestione dei flussi di ingresso. Un'ulteriore innovazione è rappresentata dall'istituzione di un Ufficio Locale di Coordinamento di questo Ministero a Tirana che sosterrà le attività di selezione e reclutamento di lavoratori albanesi e gli interventi di cooperazione formativa promuovendo le reti delle imprese e degli operatori italiani responsabili dell'incontro tra domanda e offerta di lavoro. Questo Ufficio opererà sotto l'egida della nostra Ambasciata sul posto.

 

 

Fonte: Sistema Puglia