Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L'uso delle tecnologie della comunicazione da parte dei governi e di altre organizzazioni del settore pubblico, nell'acquisto di beni e servizi o nell'appalto di lavori pubblici, può comportare significativi risparmi per i contribuenti europei. La Commissione ha annunciato una serie di misure per il lancio dell'e-procurement nell'Unione europea.


Tra le misure, il monitoraggio dell'uso dell' e-procurement attraverso gli Stati membri al fine di promuovere le migliori pratiche, la pubblicazione delle risposte al Libro Verde sull'e-procurement, l'apertura di un bando per partecipare ad un nuovo gruppo di esperti sull'e-tendering. Obiettivo: aiutare gli Stati membri ad accelerare il percorso verso l'adozione dell'e-procurement e consentire ai fornitori di prendere parte alle procedure di appalto online nel mercato unico. Il passaggio ad un sistema elettronico non rappresenta solo un cambiamento tecnico ma consente di accelerare i processi con vantaggi per acquirenti, fornitori e contribuenti, implicando un risparmio di tempo e denaro.

 

 

Fonte: Sistema Puglia