Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L'Italia sostiene il percorso europeo dell'Albania e sottolinea l'esigenza di dare rapida attuazione alle 'key priorities' e di far avanzare l'agenda delle riforme di Tirana. E' quanto ribadirà il Ministro Franco Frattini che volerà in Albania insieme al collega greco, Stavros Lambrinidis - nell'ambito di una missione congiunta, concertata con il commissario Ue all'allargamento, Stefan Fuele - per rinnovare alle autorità albanesi le forti aspettative che l'Ue nutre per il percorso d'avvicinamento di Tirana.


A un mese dalla pubblicazione del nuovo Progress Report della Commissione, atteso per il 12 ottobre, Frattini incontrerà il Presidente della Repubblica, Bamir Topi, il premier Sali Berisha e il leader del principale partito d'opposizione socialista, Edi Rama. Portando loro un messaggio affinché tutte le forze politiche albanesi si impegnino per promuovere l'agenda delle riforme a sostenere la prospettiva europea del Paese.

Nell'ambito delle domanda di adesione dell'Albania - presentato a novembre scorso - la Commissione Europea ha individuato 12 'key priorities' (dal corretto funzionamento dell'attività parlamentare alle leggi elettorali e la lotta al crimine e la corruzione) per il cammino europeo di Tirana e, in prospettiva, poter avviare i negoziati che saranno oggetto di valutazione da parte dell'Ue nel quadro del Progress Report che sarà pubblicato il 12 ottobre.

 

 

Fonte: Ministero Affari Esteri