Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Al via a Tirana la ‘’XI Settimana della lingua italiana nel Mondo’’ caratterizzata da una serie di eventi che, grazie al coordinamento dell’Istituto Italiano di cultura, insieme con all’Ambasciata d’Italia, i Consolati di Valona e di Scutari, l’ormai tradizionale collaborazione con l’Ambasciata della Confederazione Svizzera, si svolgeranno sino al 12 novembre prossimo a Tirana, Argirocastro, Berat, Elbasan, Korça, Scutari e Valona.


A questa edizione partecipano anche PIR (Petrolifera Italo Rumena Albania), Banca Intesa San Paolo Albania e Veneto Banca con l’erogazione di quattro borse di studio ad altrettanti studenti albanesi per i loro studi universitari in Italia nonché la Ditta Martini e Conad con alcune iniziative promozionali. Come negli anni precedenti, non mancherà la preziosa collaborazione di molte Istituzioni culturali – Università di Tirana, Argirocastro, Elbasan, Scutari e Valona in primo luogo – e di privati locali. All’inaugurazione della ‘’Settimana della Lingua italiana’’ sono intervenuti l’Ambasciatore d’Italia Saba D’Elia, l’Ambasciatore della Confederazione Svizzera Ivana Enzler, il Ministro dell’Educazione Myqerem Tafaj, il Rettore dell’Università di Tirana Dhori Kule, il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Fulvia Veneziani, la Preside della Facoltà di Lingue Straniere Klodeta Dibra ed il Capo del Dipartimento di Italianistica Artur Sula. Presente anche lo scrittore e storico Raffaele Nigro che è stato invitato a tenere una serie di conferenze ed incontri con gli allievi delle sezioni bilingui presenti a Tirana, Korça e Scutari e con gli studenti del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Tirana e di Scutari.

Durante l’inaugurazione sono state consegnate quattro borse di studio ad altrettanti studenti albanesi per i loro studi universitari in Italia. Le borse sono state erogate da PIR (Petrolifera Italo Rumena Albania), Banca Intesa San Paolo Albania e Veneto Banca . Una quinta borsa di studio ‘’Ida Kofsha’’ é stata assegnata dal Dipartimento di Italianistica al miglior laureato. L’Istituto italiano di Cultura ha firmato, inoltre, una convenzione con la Facoltà di Lingue dell’Università di Tirana finalizzata al tirocinio formativo di alcuni laureandi presso l’Istituto. Sono state organizzate, inolre, numerose proiezioni cinematografiche per gli studenti presso l’Istituto e presso il Dipartimento di Italianistica con un ciclo di film fornito dal Ministero degli Affari Esteri che comprende titoli quali ‘’Viva l’Italia’’ di Roberto Rossellini, ‘’Allonsanfan’’dei fratelli Taviani, ‘’Ma che storia?’’di Gianfranco Pannone. Il primo novembre sarà presentato all’Accademia del Cinema e Multimedia Marubi, il film ‘’Sinesteia’’, opera prima del giovane regista ticinese Erik Bernasconi, con Alessio Boni nei panni del protagonista.

Nel corso della ‘’Settimana’’ inoltre saranno presentate due mostre: all’arte del mangiar bene è dedicata "100=120=150: Pellegrino Artusi e l’unità italiana in cucina’’, mostra promossa dalla Regione Emilia Romagna. L’archeologia è oggetto dell’altra mostra, dal titolo ‘’Hadrianopolis’’: una città romana nell’antico Epiro. Attività di scavo e valorizzazione’’ che sarà inaugurata presso l’Istituto di Cultura sabato 5 novembre. La mostra, curata dal Prof. Roberto Perna, è promossa dall’Università di Macerata allo scopo di documentare attraverso una serie di pannelli fotografici le attività condotte dalla missione archeologica nel sito di Hadrianopolis dal 2005.

In collaborazione con l’Istituto degli Studi sui Crimini e sulle Conseguenze del Comunismo in Albania avrà luogo alla Biblioteca Nazionale giovedì 27 ottobre la presentazione del libro "Ritorno ale Paese delle Aquile" pubblicato da Aldo Renato Terrusi con la casa editrice Besa. Alla presenza dell’editore Livio Muci, l’autore racconterà al pubblico il percorso compiuto in Albania alla ricerca delle proprie origini e della propria storia: Aldo Terrusi era ancora un bambino, infatti, quando il regime di Enver Hoxha rinchiuse il padre nel carcere di Burrel, dove morì senza poter dare l’ultimo saluto al figlio e alla moglie.

Approfondimenti: programma delle iniziative illustrate e di tutte quelle che si svolgeranno a Argirocastro, Berat, Elbasan, Korça, Scutari e Valona.