Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Hanno giurato di fronte al Capo dello Stato, pronunciando la formula di rito, i ministri di nuova nomina, che dal 16 novembre sono entrati a far parte del Governo italiano. Con loro il Presidente del Consiglio dei Ministri, Senatore Professor Mario Monti. Tra i ministri senza portafoglio, Andrea Riccardi, al quale è affidata la Coopoerazione internazionale e l'Integrazione.


"Desidero esprimere la mia viva soddisfazione. Credo che questo governo nasca in un clima positivo e me ne compiaccio". Lo ha dichiarato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Quirinale al termine della cerimonia di giuramento del Governo Monti. "Rivolgo un vivissimo augurio - ha aggiunto il Capo dello Stato - al Presidente e ai membri del nuovo governo in vista del difficile compito che li attende in condizioni altamente impegnative". "Il mio cordiale saluto e ringraziamento - ha detto il Presidente Napolitano - va nello stesso tempo al Presidente e ai membri del governo uscente, soprattutto a quelli tra loro con i quali più intense sono state le occasioni di incontro e di scambio in ragione delle loro funzioni, vicine a campi di mia specifica responsabilità e più attenta cura".

"Uno speciale ringraziamento - ha concluso il Capo dello Stato - al Dottor Gianni Letta per la continua e sempre scrupolosa collaborazione istituzionale, per la sensibilità, la competenza e lo spirito di servizio con cui ha contribuito a tenere vivo e limpido il rapporto tra il Presidente della Repubblica e il governo, nell'interesse generale del paese e della coesione nazionale e sociale". Successivamente, il Presidente della Repubblica ha risposto alle domande dei giornalisti. Sulla reazione dell'Unione europea all'esecutivo Monti, il Capo dello Stato ha detto: "Lo vedremo molto presto. Abbiamo già avuto molti segnali positivi, di attenzione e di fiducia. Credo che prestissimo ci saranno conferme di questa positiva predisposizione delle istituzioni europee nei nostri confronti". Per quanto riguarda il percorso di formazione del nuovo governo, il Presidente Napolitano ha risposto: "E' stata delicata e difficile, anche per la sua carica di assoluta novità, la costituzione di questo governo. Ma penso che siamo riusciti tutti insieme, innanzitutto con l'incaricato di formare il governo: il senatore professor Mario Monti, a trovare le soluzioni più idonee".

Presenti al giuramento, in qualità di testimoni, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Consigliere di Stato Donato Marra, e il Consigliere Militare del Presidente della Repubblica, Generale Rolando Mosca Moschini. Il Ministro degli Affari Esteri, Ambasciatore Giulio Maria Terzi di Sant'Agata, e il Ministro della Difesa, Ammiraglio Giampaolo Di Paola, attualmente all'estero, presteranno giuramento successivamente nelle mani del Capo dello Stato.

Un velo di preoccupazione è emerso dalle parole del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola che, in quanto leader di Sel, ha commentato: ''Scorrendo la lista dei ministri, a prescindere dall'autorevolezza e dalla competenza delle singole personalita' e' difficile non percepire segni di continuita' con il passato. Un passato che resiste, che dura, che potrebbe tornare a danzare, con le sue ombre, attorno a Monti, sia pure su un palcoscenico bonificato dagli eccessi dell'avanspettacolo a cui eravamo abituati dalla precedente gestione''.

Ecco l’elenco dei componenti del “Governo Monti”.

Presidente del Consiglio: Mario Monti
Sottosegretari di Stato alla Presidenza del Consiglio: Antonio Catricalà

Ministri senza portafoglio
Fabrizio Barca
Piero Giarda
Piero Gnudi
Enzo Moavero Milanesi
Andrea Riccardi

Ministri con portafoglio
Affari Esteri
Ministro: Giulio Terzi di Sant'Agata
Interno
Ministro: Anna Maria Cancellieri
Giustizia
Ministro: Paola Severino
Difesa
Ministro: Giampaolo Di Paola
Economia e Finanze
Ministro: Mario Monti (interim)
Sviluppo Economico
Ministro: Corrado Passera
Politiche Agricole, Alimentari e Forestali
Ministro: Mario Catania
Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare
Ministro: Corrado Clini
Infrastrutture e Trasporti
Ministro: Corrado Passera (interim)
Lavoro e Politiche sociali con delega alle Pari opportunità
Ministro: Elsa Fornero
Istruzione, Università e Ricerca
Ministro: Francesco Profumo
Beni e Attività Culturali
Ministro: Lorenzo Ornaghi
Salute
Ministro: Renato Balduzzi