Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L’Ambasciatore d’Italia a Beirut Giuseppe Morabito ha partecipato al lancio del primo corso di formazione in giornalismo dedicato a non vedenti. L’iniziativa è finanziata dalla Cooperazione Italiana nell’ambito di un più ampio intervento a favore dei non vedenti per un valore di 150.000 euro, con un ulteriore contributo da parte della Fondazione Cadmos pari a 35.000 dollari e della Press Club di Beirut, che ha messo a disposizione per le lezioni i propri locali.


I corsi di formazione si inseriscono in un più ampio intervento della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo volto a favorire una maggiore conoscenza dei non vedenti delle attuali dinamiche sociali ed economiche. A questo proposito l’Ambasciatore Morabito ha ricordato la recente iniziativa che ha permesso la pubblicazione di un settimanale a carattere braille allegato al quotidiano in lingua araba An Nahar, destinato ad oltre 300 non vedenti residenti nel Paese.

All’evento ha partecipato anche il Ministro degli Affari Sociali Wael Abou Faour, che ha più volte sottolineato l’unicità dell’iniziativa nel mondo arabo ed auspicato che il progetto della Cooperazione Italiana possa fare da apripista ad una maggiore partecipazione attiva dei diversamente abili alle dinamiche sociali in atto in Medio Oriente. Al lancio hanno presenziato, oltre ai 15 diversamente abili beneficiari del progetto, il Direttore della Fondazione Cadmos, il Direttore della Press Club di Beirut, alcuni rappresentanti della società civile e giornalisti che hanno dato risalito all’evento sia sui quotidiani, sia sui principali network di informazione televisiva libanesi.

Approfondimenti: Ambasciata d’Italia a Beirut.