Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

''Lo sviluppo del Mezzogiorno - ha detto Monti - è un contributo decisivo per una crescita sostenibile e durevole dell'Europa''. Si è svolto a Palazzo Chigi l'incontro tra il Governo e i presidenti delle Regioni del Mezzogiorno per affrontare i temi più urgenti sul tappeto. In particolare è proseguito il lavoro iniziato il 15 dicembre scorso per definire le linee del documento ''Il Mezzogiorno per l'Europa'' che farà il punto sugli interventi in corso, in vista degli appuntamenti tra il Governo e le istituzioni UE in agenda per le prossime settimane.


Presenti all'incontro, oltre al premier Mario Monti, i ministri Corrado Passera (Sviluppo economico), Corrado Clini (Ambiente), Fabrizio Barca (Coesione territoriale) e Francesco Profumo (Istruzione), e i Presidenti delle Regioni Abruzzo (Gianni Chiodi) Basilicata (Vito De Filippo), Calabria (Giuseppe Scopetlliti), Campania (Stefano Caldoro), Molise (Michele Iorio), Puglia (Nichi Vendola), Sardegna (Ugo Cappellacci), Sicilia (Raffaele Lombardo).

"E' andato bene. E' stato molto interessante e ha fornito molti spunti'' per mettere a punto a il dossier per il Mezzogiorno ''che sarà pronto all'inizio della prossima settimana" ha spiegato il ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca. ''C'è una forte coesione tra i presidenti della Regione, i sindaci, i ministri e il Presidente del Consiglio nel capire - dice Barca - che se l'Italia è il volano della crescita dell'Europa, il Sud è il volano della crescita dell'Italia''. Il portavoce della Commissione europea ha confermato che ''La risposta dell'Italia alla Commissione Ue e, più in generale, il caso dei rifiuti della Campania, saranno discussi a Bruxelles il 25 gennaio durante un incontro tra il commissario Ue all'Ambiente, Janez Potocnik, e il ministro dell'Ambiente Clini''.