Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

E’ stato pubblicato il Piano di lavoro annuale 2012 del Programma europeo per l’occupazione e la solidarietà sociale – PROGRESS, nel quadro della Strategia Europa 2020, che ha l’obiettivo di trasformare l’Unione Europea in un’economia intelligente, sostenibile e inclusiva con alti livelli di occupazione, di produttività e di coesione sociale.


Il Piano individua le attività prioritarie per il 2012, su cui dovranno convergere le risorse finanziarie disponibili - quest'anno pari a 99,207 milioni di euro - al fine di sostenere gli Stati membri nell’opera di modernizzazione dei loro mercati del lavoro e accrescere i loro tassi di occupazione, soprattutto tra i giovani. Fra le attività pianificate per il 2012 si prevede il conseguimento - trasversalmente ai settori di policy del PROGRESS - di cinque risultati prioritari, ed in particolare:
- disegnare norme e politiche dell’Unione europea basate sull’evidenza;
- favorire lo scambio effettivo e la condivisione delle informazioni;
- promuovere un dibattito politico di alta qualità e partecipativo a livello dell’Unione e nazionale;
- aumentare la capacità dei network nazionali e comunitari di promuovere e sviluppare politiche e obiettivi connessi ai settori di policy del Progress;
- migliorare l’integrazione delle tematiche trasversali.

In riferimento ai due bandi ancora pendenti del 2011 - Call for proposals for social experimentations (VP/2011/009) e Projects contributing to exchange of good practices (VP/2011/010), la Commissione europea rende noto che, a causa dell'elevato numero di progetti ricevuti, è ancora in corso la valutazione. Gli esiti sono previsti entro i mesi di maggio-giugno prossimi.