Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Attivata la nuova versione del sito web della Farnesina.”È disegnato - ha spiegato il Ministro Giulio Terzi - per assomigliare ad una redazione on line in cui le immagini sostituiscono spesso i testi, rimandando ad approfondimenti scritti con un linguaggio più diretto, meno burocratico e mirato a interessare quei lettori che non hanno necessariamente familiarità con i temi di politica estera: la diplomazia è al servizio del cittadino”.


"Da Washington a Bucarest, da Tunisi a Pechino - ha aggiunto Terzi - la diplomazia italiana ha aperto le porte a un pubblico potenzialmente vastissimo". Il Ministro ha spiegato che 48 ambasciate, consolati e Istituti Italiani di Cultura all'estero hanno aperto un account su almeno un social network. "Abbiamo 45 pagine Facebook e 7 profili ufficiali su Twitter e molti diplomatici twittano da tutto il mondo", ha aggiunto, annunciando inoltre che si stanno creando dei training di management dei social media: "Per questa iniziativa - ha precisato - ci basiamo sull'esperienza dei nostri amici americani".

Approfondimenti