Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Presentati in conferenza stampa tutti gli appuntamenti della settima edizione del Sole Luna Festival, Bridging through the documentary film (Presidente Lucia Gotti, Direttore scientifico Gabriella D’Agostino), a Palermo dal 6 al 13 luglio 2012, nel magnifico scenario di Palazzo Steri a piazza Marina. La nuova edizione, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è sostenuta dalla Film Commission Siciliana attraverso il II Atto Integrativo Sensi Contemporanei per “Lo Sviluppo dell'Industria Audiovisiva nel Mezzogiorno”.


35 sono i documentari selezionati tra 250 iscrizioni provenienti da tutti i paesi del mondo e in gara per aggiudicarsi i premi di Enel Green Power (sponsor ufficiale del Festival) tra cui il primo premio assoluto di 3.OOO euro scelto dalla giuria internazionale che assegnerà anche numerose menzioni. C’è una rassegna fuori concorso con 6 film dedicati alle problematiche dell'Iraq contemporaneo e realizzata in collaborazione con l'Iraq Short Film Festival di Baghdad. 12 giovanissimi autori, allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo alla fine del loro percorso di formazione, in gara per il prestigioso Premio Enel Green PowerNuove energie”: i vincitori realizzeranno il documentario “A piedi scalzi”, sull’attività di Bunker Roy e il progetto del Barefoot College. E poi: un convegno internazionale di due giornate sullo scrittore visionario Antoine de Saint-Exupéry, con la partecipazione di intellettuali di fama internazionale e la proiezione di 4 preziosi film dell’archivio della Fondazione Antoine de Saint-Exupéry pour la jeunesse. Infine, l’esposizione dei lavori degli allievi delle scuole di Palermo che hanno aderito al progetto “Addomesticare vuol dire … creare dei legami”, tratta da Le Petit Prince.

Il Comune di Palermo diventa parte attiva del Festival: il Sindaco Leoluca Orlando presenterà, all'interno del Festival, il libro dell'Ambasciatore Antonio Puri Purini; l'Assessore al Decentramento Giusto Catania sarà invece presente alla presentazione del libro Stranescuole insieme all'Assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Evola, che chiuderà il convegno di due giorni su Antoine de Saint-Exupéry. La giuria internazionale, presieduta dall'Ambasciatore Antonio Puri Purini, è composta dall'arabista e presidente della Fondazione Orestiadi Francesca Corrao, dal regista siciliano Stefano Savona, dal regista indipendente iracheno Nizar Al – Rawi e dal docente dell'Università di Chongqing Diego Gullotta.