Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Paladine della democrazia e della libertà, Shirin Ebadi e Rita El Khayat interverranno il 6 e 7 luglio 2012 nel corso delle sessioni di lavoro del meeting, promosso dall'Osservatorio Banche - Imprese di Economia e Finanza, coordinato dal direttore generale, Antonio Corvino e dedicato quest'anno al tema "Mezzogiorni d’Europa e Mediterraneo nella bufera. I giovani, nuovi argonauti"


Iraniana, Shirin Ebadi, è stata uno dei primi giudici donna in Iran e la prima a diventare presidente della Corte Suprema. Dopo la Rivoluzione Islamica del 1979 è stata costretta, come tutte le donne giudice, ad abbandonare la magistratura. Seguirà un periodo difficile di pubblicazioni e di lotta a difesa del proprio ruolo professionale, poi nel 1992 arriva l’autorizzazione a operare come avvocato e apre uno studio proprio. Attualmente vive un esilio forzato a Londra nell’attesa di potere rientrare nel suo Paese.

Psichiatra, scrittrice ed antropologa marocchina, Rita El Khayat è stata candidata al Premio Nobel per la Pace ed ha ricevuto la cittadinanza onoraria italiana conferitale dal presidente Giorgio Napolitano. Autrice di quasi quaranta libri, si è distinta come prima speaker donna in Marocco e giornalista per radio, televisione e cinema. Si batte da sempre per i diritti e le libertà delle donne nel mondo arabo contro l’estremismo.

Tra gli altri relatori delle due giornate sorrentine, Abdel Kawi Khalifa, governatore de Il Cairo, Mohamed Bechir Khalfallah, membro della Commissione africana dei diritti dell'uomo e dei popoli, Antonio Marzano, presidente del Cnel, Enrico Giovannini, presidente dell'Istat, Adriano Giannola, presidente della Svimez, Gianni Pittella, vice presidente vicario del Parlamento europeo, Alessandro Laterza, vice presidente di Confindustria, Nicola Motolese, presidente dei Giovani di Confagricoltura e Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. Tra i moderatori, i giornalisti Eric Jozsef di Libération e Barbara Carfagna del Tg1, Mario Morcellini e Massimo Lo Cicero, dell'Università La Sapienza di Roma.

L'evento sarà disponibile in diretta streaming su portali e web tv il cui elenco è disponibile sul sito ufficiale dell'evento.

Per interviste al Premio Nobel, Shirin Ebadi, e agli altri protagonisti di Sorrento Meeting, è possibile contattare l'Ufficio Stampa al 3351851384 oppure all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.