Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Martedì 31 luglio a Bari, alle ore 11.00 presso la Sala Comitato dell’Autorità Portuale del Levante, saranno presentati i risultati del Progetto PDE - Port Data Exchange, frutto della collaborazione tra i porti di Bari e Durazzo, attuato con la finalità di modernizzare le procedure di gestione portuale e l’adeguamento agli standard internazionali.


Il progetto, per una spesa di 50.000 euro, è stato finanziato dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del Ministero dello Sviluppo Economico nell’ambito del programma “Mezzogiorno-Balcani” approvato con la Delibera CIPE n.1/2006. L’Autorità Portuale del Levante, d’intesa con quella di Durazzo, ha sviluppato, con il proprio Ufficio Innovazione Tecnologica, un applicativo software denominato CRIO - Exchange of Information in Adriatic Ports, per lo scambio di informazioni e dati tra i due porti con la possibilità di far espandere la rete ad altre realtà transfrontaliere. Attraverso CRIO le due Autorità Portuali possono scambiarsi, in tempo reale, informazioni riguardanti le partenze dei traghetti da ciascun porto sulla tratta Bari – Durazzo, con benefici a livello organizzativo e di security. Questa funzione è consentita dal modulo COBRA che produce lo scambio automatico di informazioni, oltre ad eseguire l’archiviazione e la pubblicazione dei dati relativi ai passeggeri ed ai mezzi presenti su ogni traghetto.

Poi esiste il modulo VISTA, che - mediante i dati inviati dai sistemi AIS (Automatic Identification System) delle navi, ricevuti da un stazione installata a Durazzo, collegata al sistema delle analoghe stazioni ubicate nei Porti di Bari, Barletta e Monopoli – consente elaborazioni in real time per la localizzazione delle navi su mappa e per la stima automatica degli orari di arrivo e partenza nei porti del network. Infine è disponibile il modulo DATO, che assicura l’elaborazione statistica dei dati relativi alle navi traghetto operanti sulla linea Bari – Durazzo.

In allegato: agenda dei lavori.