Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

In corso in questi giorni tra Bari, Trani e Venosa il convegno internazionale di studi in memoria di Cesare Colafemmina intitolato “Gli Ebrei nell’Italia meridionale e nel Mediterraneo dall’Età romana all’Alto Medioevo”, promosso dalla Soprintendenza Archivistica per la Puglia, dal Dipartimento di Scienze Umane - Università degli Studi della Basilicata e dal CeRDEM - Centro di Ricerche e Documentazione sull’Ebraismo nell’Italia meridionale “C. Colafemmina”.

Il convegno propone temi legati all’ampio campo d’indagine di Colafemmina sotto i diversi aspetti della storiografia, delle fonti documentarie, dell'epigrafia, dell'archeologia e della letteratura.

La prima giornata di studi si è svolta a Bari (Aula Magna – Pal. Ateneo), con la Lectio magistralis dell’ebraista Giancarlo Lacerenza (Università L’Orientale, Napoli,  CSE - Centro di Studi Ebraici) e la Lettura “La poesia ebraica in Puglia del IX-XIII sec.” dell'attore Aurelio Pierucci, accompagnato dalla violinista Maria Teresa Amenduni (ass. “G. Colafemmina”).

Oggi, 16 ottobre, il Convegno, realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio Puglia e della Regione Puglia- Assessorato al Mediterraneo, si è spostato a Trani (Biblioteca “G. Bovio”) con un fitto programma di interventi: il direttore regionale BB.CC. Gregorio Angelini, l’assessore regionale Silvia Godelli, la Soprintendente Maria C. Nardella, il Direttore Generale Fondazione Cassa di Risparmio Puglia Giovanni Paparella, il Sindaco di Trani Gigi Riserbato e l’Assessore comunale alla Cultura Salvatore Nardò; alla I Sessione - Fra Gerusalemme e la Diaspora - presieduta da Joseph Sievers (Pontificio Istituto Biblico, Roma), parteciperanno Joseph Geiger (The Hebrew University of Jerusalem), Lucio Troiani (Università di Pavia), Ariel Lewin (Università della Basilicata), Samuel Rocca (Ariel University Center of Samaria).

I lavori proseguono nel pomeriggio (dalle 15.00) con la II Sessione - Società, diritto, sinagoghe - presieduta da Albert Baumgarten (Bar Ilan University, Ramat Gan); c ui intervengono: Oded Irshai (The Hebrew University of Jerusalem), Valerio Massimo Minale (Università “Federico II”, Napoli), Eliodoro Savino (Università “Federico II”, Napoli), Enrico Tromba (Università di Bologna - EPHE, Parigi) e Giorgio Gramegna (Sezione Ebraica Museo diocesano, Trani). Alle 18 sono previste le visite guidate al Castello svevo con il direttore Margherita Pasquale e alla Giudecca con Giorgio Gramegna, curatore della Sezione Ebraica del Museo diocesano, insieme ad Aurelio Pierucci che leggerà Piyyutim ebraici.

Domani, mercoledì 17 ottobre (alle 10.00), il convegno si sposta a Venosa, nel Castello Pirro del Balzo (piazza Castello). Dopo i saluti di Bruno Tamburriello (Sindaco di Venosa) e di Ezio Lavorano (Area Cultura) si terrà una visita guidata alle Catacombe Ebraiche di Venosa (su invito), in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica per la Basilicata. Interverrà Antonio De Siena (Soprintendente per i Beni Archeologici della Basilicata). Nel pomeriggio del 17 (alle 15.30) si ritorna a Trani, nella Biblioteca Comunale “G. Bovio”, per la III Sessione: Storia, epigrafia, archeologia, presieduta da Cosimo Damiano Fonseca (Accademia Nazionale dei Lincei). Tra i relatori: Maxim Griger (Università di Kazan), Gideon Foerster (The Hebrew University of Jerusalem), Giancarlo Lacerenza (Università L’Orientale, Napoli), Andrea Colella (Hochschule für Jüdische Studien Heidelberg), Cosimo D’Angela (Università di Bari).

Giovedì 18 ottobre (alle 9.00), nella Biblioteca “G. Bovio” di Trani, il convegno si chiuderà con la IV Sessione - Fonti, manoscritti e archivi - presieduta da Giuseppe Dibenedetto (già Soprintendente Archivistico per la Puglia), alla quale prenderanno parte Mauro Perani (Università di Bologna), Steven Bowman (University of Cincinnati), Fabrizio Lelli (Università del Salento), Grazia Maiorano (Archivio di Stato di Bari), Mariapina Mascolo (Soprintendenza Archivistica per la Puglia, Progetti “Archivi- Fonti e storia per l’Ebraismo”).

La programmazione prevede presentazioni di volumi e una mostra documentaria a cura del Presidio del Libro Musiche & Arti.

Il convegno vede i patrocini dell’Università di Bari e dei Comuni di Trani (Bt) e di Venosa (Pz) e la collaborazione dell’Archivio di Stato di Bari, della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Basilicata e delle Soprintendenza BSAE e BAP della Puglia, dellANAI-Sezione Puglia, del Centro di Studi Ebraici (Università L’Orientale, Napoli), dell’Associazione Italiana per lo Studio del Giudaismo, del Goldstein-Goren Diaspora Research Center (Tel Aviv University), della Società di Storia Patria per la Puglia.

Informazioni sul programma completo sono disponibili sul sito www.cerdem.com