Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Gli aspetti meno noti di città e isole del Mediterraneo raccontati in una mostra. E’ quella che l'artista spagnolo Pedro Cano ha scelto di raccontare in ''Mediterranea'', aperta fino al 13 gennaio prossimo e ospitata ai Mercati di Traiano-Museo dei Fori imperiali di Roma. Colori, odori, storie, tradizioni e segreti di tre isole - Maiorca, Patmos e Sicilia - e sei città: Alessandria, Cartagena, Istanbul, Napoli, Spalato, Venezia.


In tutto 54 acquarelli, giunti nella Capitale dopo il successo di Cartagena, in Spagna, dove i lavori di Cano sono stati ammirati da oltre 33mila visitatori in soli due mesi. Molto legato al Mediterraneo, in particolare alla sponda Sud, l'artista iberico ha scelto di raccontare questa zona del mondo in cui da sempre vive e a cui è legata la sua memoria, ''in maniera più profonda e personale''.