Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Via libera della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers) ai primi di una serie di investimenti nel Mediterraneo meridionale ed orientale, che entro il 2015 dovrebbero arrivare a 2,5 miliardi di euro l'anno. Lo riferisce la Bers, annunciando i nuovi progetti in pista nei primi tre Paesi interessati della regione, denominata SEMED, per un totale di 75 milioni di euro.


Un ammontare di 30 milioni di dollari è destinato ad una linea finanziaria per InvestBank in Giordania, che faciliterà le attività finanziarie commerciali. Questo strumento aiuterà InvestBank per lo sviluppo di nuovi prodotti ed è disegnato in maniera specifica per le piccole e medie imprese. Altri 20 milioni di euro sono indirizzati al Maghreb Private Equity Fund III sponsorizzato da Afric-Invest-TunisInvest, una delle principali società di private equity in Tunisia e Marocco. Un prestito di 20 milioni di euro, in due tranche uguali, vanno alla Societe' Generale Marocaine de Banques in Marocco, per prestiti alle Pmi. La Bers fornisce inoltre la stessa società di uno strumento finanziario da 5 milioni di euro per aiutare il business commerciale dei suoi clienti.