Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Banca europea d'investimenti (Bei) ha siglato due prestiti e due sovvenzioni in Montenegro, a sostegno del suo percorso di integrazione nell'Unione europea. Il valore complessivo è di 49 milioni di euro: due sono i prestiti, uno da 25 milioni per le Pmi e uno da 20 milioni per la prevenzione e gli interventi di riparazione legati alle inondazioni.


Sono inoltre concesse due sovvenzioni: la prima da 600mila euro per la ricostruzione del sistema di fornitura idrica di Cetinje e la seconda di 3,5 milioni di euro per la realizzazione di un impianto di trattamento dei reflui a Pljevlja.

Il prestito firmato da Bei e Fondo per lo sviluppo e investimento del Montenegro (IDF) è relativo ad una prima tranche di 25 milioni di euro su un totale previsto di 50 milioni di euro, a sostegno delle Pmi montenegrine ma anche di altri progetti, inclusi quelli di autorità locali e nel campo della protezione dell'ambiente. Ai progetti delle Pmi andrà comunque un minimo di 70% dell'ammontare complessivo. Il secondo prestito da 20 milioni di euro riguarda un progetto che contribuisce alla riparazione e ricostruzione di grandi danni alle infrastrutture pubbliche causati dalle piogge e inondazioni eccezionali di novembre e dicembre 2010.