Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

In coincidenza con le celebrazioni dei primi 50 anni di cooperazione in campo spaziale tra Italia e Stati Uniti è stato firmato oggi a Washington l’Accordo quadro tra Italia e Stati Uniti d’America in materia di cooperazione nell’utilizzo a scopi pacifici dello spazio.

L’intesa, sottoscritta dall’Ambasciatore italiano, Claudio Bisogniero, e dal Direttore Generale per gli affari scientifici del Dipartimento di Stato, Kerri-Ann Jones, alla presenza del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Enrico Saggese, e del Vice Direttore della NASA, Lori Beth Garver, apre nuove opportunità in campo economico, scientifico e tecnologico favorendo la cooperazione tra le agenzie dei due Paesi che operano nel settore spaziale e permettendo la semplificazione delle procedure per l’attuazione dei progetti scientifici.

 “Si tratta di un accordo strategico per i nostri due Paesi” ha commentato il Ministro degli Esteri Giulio Terzi “fondamentale per rafforzare ulteriormente le già eccellenti relazioni bilaterali in campo scientifico e industriale”.

L’evento è inserito nel ricco calendario di “2013 - Anno della cultura italiana negli Stati Uniti”, iniziativa avviata a dicembre a Washington, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e che prevede oltre 200 appuntamenti in più di 50 città americane.