Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Pubblicati oggi due bandi di finanziamento con cui l’Autorità Portuale del Levante, in collaborazione con la Regione Puglia – Assessorato ai Trasporti e Mobilità, intende sostenere le imprese dei trasporti, della logistica e della produzione pugliesi, per lo sviluppo di nuove rotte intermodali,  l’incremento dell’utilizzo del manifesto doganale elettronico e la modalità di trasporto sostenibile che riduca a zero le emissioni.

“I fondi dei progetti europei di cui è titolare l’APL sono messi a disposizione delle imprese - spiega il Presidente Mariani - applicando i metodi previsti dal Libro Bianco sui Trasporti, incoraggiando innovazione e competitività in un momento particolarissimo”.

La proposta di APL nasce con l’obiettivo di creare iniziative in grado di affrontare la crisi globale in maniera intelligente, mettendo a sistema le risorse dei progetti comunitari a valere sui fondi SEE ed IPA, stimolando le imprese a percorrere nuove rotte e ad utilizzare maggiormente le infrastrutture esistenti, abbattendo così, per quanto possibile, i rischi  di impresa in un momento così delicato.

Il percorso tecnico-amministrativo prevede la manifestazione di interesse da parte delle imprese che in forma singola od associata intendono partecipare all’avventura intermodale verso i Balcani ed il Mar Nero. Successivamente,  attraverso una commissione allargata composta, oltre che dall’APL e dalla Regione Puglia - Assessorato ai Trasporti e Mobilità, anche da Camera di Commercio, Confindustria, Confapi, Confcommercio, verrà avviata la procedura negoziata che sfocerà nella stipula del contratto di finanziamento per la realizzazione dei progetti pilota.

L’Autorità Portuale del Levante è da anni impegnata a sviluppare progetti a valere sui fondi internazionali e comunitari con un proprio un proprio ufficio di progettazione coordinato dal Segretario Generale Mario Sommariva. Oggi, l’APL conta un sistema di relazioni euro-mediterranee con Libia, Turchia, Egitto, Marocco, Tunisia, Francia, Spagna, Israele e Libano sia attraverso i partenariati sia attraverso i gruppi europei di interesse economico che spaziano dal Portogallo alla Cina passando per Turchia, Uzbekistan, Azerbaijan e naturalmente Albania, Montenegro, Croazia e Grecia.

“Il senso di questi progetti è quello di aprire il territorio di Puglia ed il network del Levante a nuovi mercati e a cogliere opportunità di crescita - precisa Sommariva - per le imprese. L’Autorità Portuale del Levante svolge il ruolo di facilitatore istituzionale, una sorta di apripista, mettendo a disposizione i dati di monitoraggio dei flussi che attraversano i porti di Bari, Barletta e Monopoli: sta alle imprese ora capitalizzare l’organicità dei dati”.

L’APL e l’Assessorato ai Trasporti confidano molto nell’approccio integrato al mercato per combattere la crisi e percorrere la via indicata dalle istituzioni comunitarie per beneficiare dei fondi

Per maggiori informazioni e per consultare gli avvisi pubblici: http://www.aplevante.org/http://mobilita.regione.puglia.it/