Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L’innovazione made in Puglia approda a Bruxelles, nel cuore dell’UE, per presentare il percorso di successi e di politiche che li hanno resi possibili. L’ occasione è il 5° European Innovation Summit, evento dedicato ai temi della ricerca e innovazione in ambito europeo, organizzato dalla Piattaforma europea K4I, knowledge for innovation e in programma dal 30 settembre al 2 ottobre 2013 al Parlamento Europeo.

La Puglia, che ha fatto di ricerca e innovazione un pilastro delle sue politiche, è l’unica Regione italiana a partecipare all’evento. Presenterà i casi di eccellenze pugliesi nel campo dell’innovazione e i suoi programmi di sostegno alle piccole e medie imprese. L’European Innovation Summit rappresenta uno dei più importanti momenti di confronto a Bruxelles tra decisori pubblici europei, governi nazionali-regionali-locali, attori del mondo produttivo ed economico per individuare strategie e piani da portare avanti attraverso le direttive europee.

In questo ambito, una delegazione pugliese, composta da rappresentanti di distretti tecnologici e produttivi e dalle aggregazioni pubblico-private per la ricerca, incrocerà la sua esperienza con quella dei rappresentanti europei.  La delegazione pugliese sarà guidata dall’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Loredana Capone, che spiega: “Il fatto che l'Europa voglia ascoltare la Puglia quale esempio di Regione che ha saputo trasformare i propri investimenti sull'innovazione in motore attivo di sviluppo economico è un onore ma anche un'opportunità."

''L'innovazione - ribadisce l'assessore - fa parte del nostro modo di amministrare e i risultati ci danno ragione. Gli ultimi dati diffusi da Senaf su base Uibm (Ufficio italiano brevetti e marchi) dicono che, da gennaio ad agosto 2013, sono state 127 le invenzioni e 1.394 i marchi che i cittadini pugliesi hanno presentato alle Camere di commercio italiane, con un incremento, rispetto al 2012, del 21% sul fronte delle invenzioni e del 10% su quello dei marchi. Un risultato al quale hanno contribuito attivamente le politiche regionali: se nella precedente programmazione (2000-2006), infatti, le risorse spese per ricerca e innovazione sono state in tutto pari a 76 milioni, nell’attuale programmazione si arriva, tra speso e impegnato, a 254,5 milioni di euro. Se poi aggiungiamo gli investimenti per l’infrastruttura di banda larga, la somma impegnata sale a 478,6 milioni”.

Per approfondimenti sull’agenda della delegazione pugliese e sull’impegno della Regione Puglia per la ricerca consulta  il comunicato integrale sul sito della Regione Puglia