Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si avvicina l’appuntamento del RomeMUN 2014 (Rome Model United Nations), gioco di simulazione diplomatica nel quale i giovani partecipanti vestono i panni dei diplomatici dell’Onu in 5 giorni di lavori e trattative per risolvere alcune delle tematiche più rilevanti della comunità internazionale.

È la più grande simulazione diplomatica delle Nazioni Unite in Italia e la più grande in Europa per studenti universitari. E, nel 2014, arriverà alla sua quinta edizione consecutiva., In programma dal 13 al 17 marzo a Roma e patrocinata anche quest’anno dal Ministero degli Affari Esteri, avrà come tema principe le nuove strategie da mettere in campo per lo sviluppo economico e sociale del pianeta. Il titolo dell’edizione infatti è: “Beyond 2015: A new agenda for development”.

Come per le edizioni precedenti, anche per il marzo prossimo è previsto un folto numero di partecipanti. Circa 1500 “delegati” provenienti da 100 Paesi del mondo dei cinque continenti si riuniranno infatti a Roma per simulare i lavori del Palazzo di Vetro rendendo il RomeMUN un’occasione unica non solo per vivere in prima persona la diplomazia multilaterale delle Nazioni Unite ma anche un’opportunità per incontrare coetanei provenienti da tutto il mondo in un vero e proprio melting pot di nazioni e culture diverse.

E per l’edizione 2014 saranno messe a disposizione – grazie anche al contributo dell’Università Luiss Guido Carli – 150 borse di studio per la copertura totale e parziale delle quote di partecipazione alla conferenza e dell’alloggio. Le borse di studio saranno in parte erogate per studenti di atenei italiani, in parte per studenti presso le università straniere. Per iscriversi c’è tempo fino all’8 dicembre.

Per approfondimenti ed iscrizioni: http://www.romemun.org/