Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È stato approvato oggi dal Parlamento europeo il nuovo programma comunitario Erasmus+, che finanzierà borse di studio per studenti, insegnanti, formatori e apprendisti che vogliano formarsi all’estero, in un paese UE.  Potranno fruirne anche i giovani leader, i volontari e i giovani sportivi. Un nuovo meccanismo di garanzia consentirà inoltre agli studenti di master di ottenere prestiti più favorevoli per studiare all'estero.

“Il Programma Leonardo da Vinci è stato istituito dal 1995 ed è stato un grande successo. Noi non partiamo da zero nella lotta contro la disoccupazione giovanile e il nostro impegno per la formazione, la mobilità e l'incontro tra gli europei, ma dobbiamo prenderci cura dei programmi esistenti e finanziarli adeguatamente”, ha dichiarato la relatrice Doris Pack (PPE, DE) durante il dibattito prima del voto in plenaria .

Erasmus+ riunirà i programmi UE per l’istruzione, la formazione e la gioventù Comenius, Erasmus, Erasmus Mundus, Leonardo da Vinci (formazione professionale) e Grundtvig in un unico programma che, per la prima volta, includerà anche lo sport. Questi sottoprogrammi, pur rientrando nel nuovo sistema, manterranno la loro denominazione, già conosciuta dal pubblico.

Con un bilancio complessivo di circa € 14,7 miliardi, Erasmus+ aiuterà i giovani di età compresa tra 13 e i 30 anni a studiare all'estero e offrirà agli studenti di master che intendono studiare in un altro paese UE un meccanismo di garanzia di prestito per ottenere prestiti agevolati, che vanno da 12.000 euro (per un master di un anno ) a 18.000 euro (due anni). Il Parlamento sottolinea che tale meccanismo non deve sostituire un sistema di finanziamento nazionale esistente o impedire la creazione di meccanismi di finanziamento a livello nazionale.

Erasmus+ sosterrà anche i nuovi partenariati tra istituti d'insegnamento e imprese. Le “alleanze della conoscenza" e le "alleanze delle abilità settoriali” dovrebbe consentire la formazione in un ambiente di lavoro reale, nuovi approcci didattici e nuovi corsi su misura per il mondo del lavoro.

 

Per ulteriori informazioni, consulta il sito della Commissione Europea