Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Verrà inaugurata sabato 14 dicembre alle ore 12 presso l’Officina degli Esordi di Bari (via Crispi, 5), la mostra “DAILY LIFE IN AREA C - Racconto fotografico dai territori palestinesi occupati”, realizzata da GVC Gruppo di Volontariato Civile e finanziata da ECHO. La mostra  fotografica, che racconta la quotidianità all’interno dei territori palestinesi occupati attraverso gli occhi di chi l’occupazione la vive ogni giorno, nasce all’interno di una strategia di intervento più ampia che mira a migliorare le condizioni di vita delle comunità residenti in Palestina.

Le fotografie rappresentano per gli abitanti delle comunità il mezzo per raccontare le criticità del vivere un territorio, l’Area C, frammentato e isolato dal resto della Palestina. Al tempo stesso, nonostante le difficoltà, i protagonisti degli scatti raccontano con estrema naturalezza e umiltà di un popolo ancora legato alle proprie tradizioni e ai propri valori.

Dopo gli allestimenti in Palestina, Daily Life in Area C viene presentata per la prima volta in Italia a Bari, in concomitanza con l’apertura della nuova sede GVC nel capoluogo pugliese, che va ad aggiungersi a quella di Brindisi.

Partecipano all’inaugurazione del 14 dicembre: Carmelo Rollo - Presidente Legacoop Puglia; Patrizia Santillo - Presidente GVC; Cosimo Lacirignola - Direttore IAM.B e Ludovico Abbaticchio - Assessore al Welfare e Lavoro del Comune di Bari. 

L’iniziativa, che gode del patrocinio dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari e dello IAM.B - Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, è possibile anche grazie al sostegno di Legacoop Puglia e di altre associazioni del territorio.

Oltre alla mostra, l’Officina degli Esordi ospiterà un ciclo di eventi interamente dedicati al tema della solidarietà e dell’integrazione tra i popoli, tra proiezioni, immagini, incontri, approfondimenti e dibattiti.