Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Italia in campo a favore dei palestinesi: si è concluso il progetto triennale promosso dall'Avsi e finanziato dalla Cooperazione italiana, volto a contribuire al miglioramento delle condizioni e del contesto sociale palestinese e favorire un'educazione orientata al dialogo e alla pace nelle città di Betlemme, Gerico e Gerusalemme est.

L'iniziativa "Sostenere l'emergenza educativa nei Territori dell'Autonomia Palestinese", avviata nel novembre 2010 per un valore di 2 milioni di euro, ha coinvolto 14 istituzioni scolastiche pubbliche e private, gestite e sostenute dalla Custodia di Terra Santa, con circa 6.700 studenti, di cui più di 500 diversamente abili, più di 1.500 insegnanti e 780 famiglie.

Attenzione è stata dedicata al potenziamento delle capacità professionali degli insegnanti, volto ad aumentare le conoscenza in materia di approcci pedagogici e metodi didattici, incluso l'uso di tecnologie informatiche per l'insegnamento. Inoltre, sono state promosse attività extra-scolastiche per gli studenti, stimolando l'iniziativa delle singole scuole e permettendo di far fronte alla carenza di strutture adeguate attraverso la ristrutturazione dei servizi igienici degli istituti, la sistemazione di spazi per attività sportive, la riduzione di barriere architettoniche per studenti disabili, la creazioni di spazi comuni ricreativi, il rifornimento di strumenti informatici e di materiale scolastico.