Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è aperto ieri ad Ankara il Forum sulla Formazione televisiva. L'evento, che si conclude oggi, è organizzato dalla Copeam (Conferenza Permanente dell'Audiovisivo Mediterraneo) e dalla Trt (Radiotelevisione pubblica turca) al fine di professionalizzare i responsabili della formazione e delle risorse umane. Sono presenti al seminario manager delle radio e televisioni di nove Paesi del bacino Mediterraneo (Algeria, Croazia, Tunisia, Marocco, Albania, Libano, Francia, Italia, Turchia).

Questa seconda edizione del forum è stata concepita anche per armonizzare piani e strategie di formazione delle varie televisioni, al fine di favorire lo scambio di "buone pratiche" all'interno dei vari organismi coinvolti.

I lavori sono sviluppati su tre sessioni, teoriche e pratiche, dedicate rispettivamente al posizionamento della formazione quale strumento strategico, al suo ruolo di accompagnamento al cambiamento e alla valutazione dell'impatto della formazione.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato Zeki Çiftçi, Vice Direttore Generale della Trt e Pier Luigi Malesani, Segretario Generale della Copeam, il quale ha sottolineato che nella prossima Conferenza della Copeam, che si terrà a Tunisi nei giorni 10-13 aprile 2014, la formazione sarà uno dei temi prioritari per "ripensare la cooperazione nel Mediterraneo".