Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si chiama Next – la Repubblica degli innovatori, la carovana itinerante che va in giro per l’Italia in cerca delle menti che guardano oltre il domani e che mettono anima, corpo e, soprattutto, creatività e iniziativa sul tema del futuro che corre lungo i binari dell’innovazione. La tappa leccese vedrà sul palco del Paisiello, giovedì 8 maggio, a partire dalle ore 20, i migliori talenti del Salento che lavora nel futuro, con la mente proiettata oltre l’apparenza del mondo che abbiamo oggi sotto gli occhi e che si sforza di dar forma e consistenza alle opportunità da creare e realizzare, prima ancora che da cogliere come se fossero già pronte e mature.

Tra i protagonisti dell’iniziativa del quotidiano nazionale e diretta da Riccardo Luna, ci sarà il CMCC (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) che presenterà il modo in cui il mare si fa laboratorio di innovazione, di scoperta e di ricerca attraverso le tecnologie e le simulazioni dei supercomputer. Un esempio di come la tecnologia e la ricerca di avanguardia si intrecciano per immaginare il futuro, raccontarlo attraverso lo studio del presente e lavorare per la protezione dell’ambiente, per la sicurezza delle attività che si svolgono a mare e per garantire uno sviluppo sostenibile dei nostri sistemi socio-economici.

Sul palco del Paisiello, Giovanni Coppini – coordinatore dell’Ocean Lab, il laboratorio di oceanografia operativa che unisce a Lecce un gruppo internazionale di giovani innovatori e scienziati del mare – racconterà le sfide e i progetti del suo team di lavoro. Intervistato dal quotidiano la Repubblica in occasione dell’evento, Coppini ha offerto un’anticipazione della sua presentazione, spiegando come il mare e il lavoro dell’Ocean lab costituiscano una piattaforma di innovazione che rende il Salento parte integrante di un network internazionale con i migliori centri di studio europei, con una speciale attenzione al Mediterraneo.

Qui l'articolo di Repubblica