Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La spedizione culturale e scientifica "Progetto Mediterranea" prosegue il suo viaggio lungo la costa pugliese. Il 26 maggio Mediterranea approda a Bari, invitata dalle associazioni "Vedetta sul Mediterraneo", "Ambiente Puglia" e "Fidapa", per una serie di incontri ed eventi, anche in collaborazione con il Circolo della Vela del capoluogo pugliese.

Nella serata del 26 maggio, a Cassano delle Murge presso l'agriturismo Solino, alla presenza del Sindaco M. Pia De Medio, il network FISPMED onlus, accoglie e saluta Simone Perotti e l'equipaggio di Mediterranea, con un incontro-evento sul tema della Dieta Mediterranea, a cura dei docenti delll'Istituto Alberghiero "M. De Nora" di Altamura". Progetto Mediterranea è membro di FISPMED onlus.

Martedì 27 maggio, nel corso della mattinata, l'equipaggio di Mediterranea ed ricercatori di "Plastic Busters" dell'Università di Siena, visita la "Vedetta di Giovinazzo". La bella torre di avvistamento, diventata museo e mediateca del mare per opera della Fondazione "Vedetta sul Mediterraneo" (presidente N. Carnimeo), verrà raggiunta dopo una veleggiata di 9 miglia lungo il litorale a nord di Bari. La Fondazione "Vedetta sul Mediterraneo" opera "nel settore dei beni e delle attività culturali, con particolare riferimento a quelle legate al mare e all'area mediterranea".

Sempre il 27 maggio, alle ore 19,30, presso la sede del Circolo della Vela di Bari, Simone Perotti dialogherà con lo scrittore Nicolò Carnimeo, autore di "Come è profondo il mare" (ed. Chiarelettere) saggio di denuncia e allarme sullo stato dell'oceano Pacifico e dell'ambiente marino. Nicolò Carnimeo, barese di nascita e mediterraneo d'adozione, naviga da sempre di qua e di là del Mare Nostrum alla ricerca di storie da raccontare. Docente di diritto della navigazione e dei trasporti presso l'Università di Bari, si occupa anche di tutela ambientale. I suoi reportage e scritti di denuncia sulle condizioni del mare e dell'ambiente appaiono regolarmente sui quotidiani e le riviste della stampa nazionale. È anche autore di "Montenegro. Viaggio senza tempo" (ed. Mondadori) e di "Nei mari dei pirati" (ed. Longanesi), libri nati dalla sua diretta esperienza nel viaggiare. Simone Perotti e Nicolò Carnimeo dialogheranno su Mediterraneo, ambiente, impatto dell'uomo, speranze future dell'ecosistema.

L'imbarcazione Mediterranea sarà visitabile nel pomeriggio del 27 maggio presso il molo di Nautica Ranieri, dove è ospite del titolare Antonio Ranieri, presidente di Assonautica di Bari.