Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Esteri, Giampaolo Cantini, ed il Direttore Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, Giovanna Boda, hanno firmato oggi alla Farnesina una Dichiarazione congiunta sulla realizzazione della settimana della cooperazione allo sviluppo nelle scuole a partire dal prossimo anno scolastico.

Il documento prevede l’organizzazione di attività volte a sensibilizzare e coinvolgere gli studenti, inclusi quelli delle scuole italiane all’estero, sui temi dello sviluppo in un’ottica di educazione alla cittadinanza globale. Tra le azioni previste lo sviluppo di un percorso di e-learning per gli insegnanti, l’istituzione di un premio nazionale annuale e collaborazioni con le realtà del Sistema Italia impegnate nel campo della cooperazione allo sviluppo.

La settimana della cooperazione allo sviluppo nelle scuole permetterà di realizzare sinergie con i progetti di educazione allo sviluppo promossi dalla Cooperazione italiana insieme alle ONG e con le attività realizzate ogni anno dal MAE e dal MIUR in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre). L’iniziativa assume particolare rilievo in vista di Expo Milano 2015, che costituirà un’occasione unica per porre anche all’attenzione dei nostri studenti i temi dello sviluppo globale e della sostenibilità, e risponde agli obiettivi dell’Anno Europeo per lo Sviluppo proclamato dall’UE per il 2015.