Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si terrà lunedì 7 marzo, alla Farnesina, la conferenza internazionale “The EU and the global development framework. A strategic approach to the 2030 Agenda”, promossa dall’Istituto Affari Internazionali (Iai).

All’evento è prevista la partecipazione, fra gli altri, del Vice Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Mario Giro; del Commissario europeo per gli Aiuti umanitari e la gestione delle crisi, Christos Stylianides; del Direttore generale della Cooperazione italiana allo sviluppo, Giampaolo Canini; del Direttore dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo, Laura Frigenti; del Direttore dello Iai, Ettore Greco.

Al centro della discussione ci sarà la necessità di riorganizzare il sistema della cooperazione allo sviluppo dell’Ue attraverso meccanismi di finanziamento, monitoraggio e valutazione più efficaci. In agenda anche un focus sulle nuove partnership con il settore privato e con le organizzazioni della società civile, sulla scia di quanto concordato in occasione della terza Conferenza internazionale sul finanziamento dello sviluppo di Addis Abeba (luglio 2015) e del vertice delle Nazioni di New York per l'adozione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo (settembre 2015).