Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha approvato la “Posizione sulle azioni a supporto della governance dei Programmi di cooperazione territoriale europea 2014-2020”. Il documento è stato inviato al ministro della Coesione territoriale e del Mezzogiorno, Claudio De Vincenti.

Secondo il testo approvato “La programmazione 2014-2020 vede il sistema regionale coinvolto in 19 programmi di cooperazione territoriale europea (CTE). Ciò comporta la necessità di predisporre strumenti atti ad assicurare a tutte le istanze del territorio, non solo istituzionali ma anche economico e sociali e, in generale, a tutte le rappresentanze della società civile e dei cittadini, la possibilità di rappresentare il proprio punto di vista sulle finalità dell’utilizzo dei fondi SIE, secondo i principi della governance multivello, sanciti dall’art.5 del Regolamento (UE) n.1303/2013 e dal Regolamento delegato n.240/2014 recante il Codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei Fondi SIE”.

In allegato, il documento integrale “Posizione su azioni per la governance dei programmi di COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA 2014-2020