Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

"WE_WelcomeEurope: speranze e idee per l'Unione del futuro" è il concorso lanciato dal Dipartimento Politiche Europee e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma. Gli elaborati - un video della durata massima di 3 minuti o un album fotografico - dovranno essere inviati entro il 17 febbraio 2017.

L'iniziativa è rivolta agli studenti delle scuole secondarie di I e II grado italiane ed intende stimolare nelle giovani generazioni una riflessione e condivisione dell'idea di Europa, sui valori, le opportunità e l'importanza di essere cittadini europei, per analizzare in maniera critica e propositiva il passato, il presente e il futuro dell'Unione.

Agli studenti, il concorso pone due domande: Se dovessimo avviarla oggi, come andrebbe disegnata l'Unione Europea per rispondere alle attese dei "nativi europei"? Cosa possono fare i giovani cittadini dell'Unione per rafforzare i legami tra di loro e diventare sempre di più una vera generazione europea?

L'obiettivo del concorso è quindi sviluppare una narrazione corale sull'Europa che i giovani hanno in mente, con proposte che puntino non solo a "chiedere iniziative a Bruxelles" ma anche a creare nuove aggregazioni "orizzontali", tra studenti di diversi Paesi. Per questa ragione, i ragazzi sono chiamati a pensare, da un lato, ai temi di cui l'Unione del futuro dovrebbe occuparsi e, dall'altro, a quali frutti dell'integrazione europea - ad esempio esperienze di mobilità, solidarietà, ospitalità, crescita sostenibile - si potrebbero valorizzare e come.

Gli studenti potranno realizzare – con videocamera, smartphone, software di video editing che riterranno più appropriato – un video della durata massima di tre minuti o un album fotografico composto da tre immagini. Sia il video che l'album dovranno essere corredati da una breve didascalia narrativa che ne spieghi l'idea ispiratrice e ne illustri i contenuti e le motivazioni.

Per la creazione dell'elaborato, gli studenti potranno utilizzare le informazioni e i materiali messi a disposizione sul sito istituzionale del Dipartimento Politiche Europee e sulla piattaforma digitale Europa=Noi.

Approfondimenti:
- Bando del concorso
- Circolare del MIUR
- Piattaforma digitale Europa=NOI